BASTIA UMBRA Parte a Bastia Umbra la campagna di informazione e sensibilizzazione relativa alle politiche a contrasto della violenza sulle donne promossa dal Comune di Bastia Umbra, Ufficio servizi sociali, Punto di ascolto antiviolenza della Zona sociale 3, con il supporto della Rete antiviolenza di Bastia Umbra.

Tra gli effetti collaterali dell’emergenza Corona virus c’è anche il preoccupante aumento di casi di violenza domestica e di genere. Il fattore psicologico ha giocato un ruolo determinante, situazioni di estremo disagio e non solo, destabilizzazioni economico – finanziarie, problemi di fragilità emotiva, retroterra culturale basso, problemi di coppia accentuati hanno portato ad un impoverimento della persona che si trova a vivere momenti delicati con l’ incapacità di gestire paure, emozioni, vissuti che sfociano in deliberati atti di violenza.

Un incremento notevole si evidenzia in Umbria e l’ISTAT conferma questo dato di cui si deve tener conto.

Anche Bastia Umbra non è immune a questo fenomeno purtroppo, si evince dal rapporto trimestrale del Punto di ascolto antiviolenza che è in costantemente in aumento il numero di chiamate di donne per interventi particolari in merito.

L’idea di dare informazioni inserendo la frase negli scontrini fiscali:” Se sei vittima di stolking o violenza chiama il 1522” su ogni scontrino battuto nella propria attività sta prendendo piede in tutto il territorio e tanti comuni stanno condividendo l’iniziativa solidale verso le Donne.

Afferma l’assessore ai servizi sociali e alle politiche scolastiche Daniela Brunelli: Si è partiti da oggi con le farmacie comunali, dove la direttrice Gabrielli con grande sensibilità ha provveduto all’attivazione dell’iniziativa. Abbiamo ottenuto anche l’adesione delle farmacie private del territorio ( Angelini, Costantini, San Francesco) che dimostrando grande attenzione al problema della violenza supporteranno l’iniziativa e attiveranno la campagna nei prossimi giorni.

Apriremo l’invito per una massima adesione anche ai Commercianti e agli Artigiani del nostro territorio che volontariamente potranno contribuire a promuovere attenzione alle donne, per uscire dalla spirale della violenza con un semplice scontrino che diventerà testimone di una comunità, per condividere azioni sostenibili rivolte alle donne vittime di violenza.

E’ questo un gesto che non costa nulla e la campagna degli scontrini antiviolenza è un modo discreto, elegante, ma efficace per mantenere una mano tesa alle donne, a volte sole e indifese per combattere una battaglia non sempre  facile da vincere.

 489 Visite totali,  4 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.