LA SENTENZA
Il Tar Umbria dice no al ricorso degli operatori di gioco contro i limiti orari di Bastia Umbra. Il tribunale amministrativo, come ricorda Agipronews, ha respinto la richiesta di due società specializzate nel noleggio di slot machine contro l’ordinanza sindacale del 2017, che ha previsto l’apertura delle sale e il funzionamento degli apparecchi da gioco dalle 10 alle 23. 
Dai rapporti forniti dalla Usl Umbria, sui quali è stata sviluppata l’ordinanza, «risulta un progressivo aumento degli utenti affetti da gioco patologico in carico ai servizi di cura delle dipendenze nel territorio dell’Assisano (ossia quello di competenza del Comune di Bastia, passati dai 9 del 2015 ai 18 del 2017, con un aumento pari del 100%». Ciò è sufficiente, scrivono i giudici nella sentenza, «a giustificare le contestate misure di limitazione degli orari di esercizio». Quanto al rapporto con altre tipologie di gioco non sottoposte ai limiti orari il Tar rileva che «i giochi cui si riferisce il provvedimento impugnato sono quelli che per la loro ubicazione, modalità, tempistica» presentano maggiori rischi a un comportamento patologico.

 290 Visite totali,  5 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.