Bastia Umbra: via Firenze

L’assessore Santoni: «Si apriranno concrete possibilità per realizzare il sottopasso ferroviario»
BASTIA UMBRA Argini e sottopasso ferroviario in città sono sinonimi di storia di cui si conosce l’inizio, ma è ancora ignota la conclusione. Ebbene sembra che la situazione possa cambiare già da questa estate, riuscendo a determinare il progetto e il conseguente appalto dei lavori degli argini. «E’ questione aperta da troppo tempo per non trovare una soluzione che rispetti le regole e soprattutto non deluda la volontà della gente», sottolinea con convinzione Stefano Santoni (foto), assessore ai lavori pubblici. Ieri Santoni insieme al vicesindaco e assessore all’urbanistica Francesco Fratellini, i progettisti dell’argine e la responsabile comunale Lavori pubblici ingegner Clara Sforna hanno incontrato l’inggner Costantini responsabile del dipartimento Idraulica della Regione Umbra. Il progetto è stato corretto secondo le prescrizioni della Regione sulla rete fognaria.Il problema, con parere favorevole di Umbra Acque, prevede diverse modalità dei lavori fognari rispetto a quelle individuate. L’ingegner Costantini ha dato garanzie che la Regione prenderà atto del progetto esecutivo dopo l’approvazione della Giunta comunale di Bastia. «E’ una svolta sostanziale che rompe un andazzo insopportabile – rileva l’assessore Santoni -. Con gli argini non solo viene messa in sicurezza una vasta area da possibili esondazioni del torrente Tescio, ma si apriranno concrete possibilità per realizzare il sottopasso ferroviario di via Firenze, già finanziato e atteso da più di dieci anni nonchè l’attuazione del piano urbanistico dell’area Franchi. Si aprono, inoltre, prospettive molto interessati che daranno un assetto nuovo e moderno alla città». m.s.

 367 Visite totali,  1 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.