Al via questo fine settimana il tradizionale evento di Bastia Niente Lizza né sfilate, ma mostre e conferenze

BASTIA UMBRA E’ forte il desiderio di rivivere il tradizionale Palio dei Rioni, superando i limiti che comportano la rinuncia alle 4 taverne (ovvero il momento conviviale diviso in quattro aree geografiche distinte del paese), alle sfilate e alla Lizza. In attesa di tornare alla normalità nel 2022 con il sessantesimo del Palio e dell’inaugurazione della chiesa di San Michele Arcangelo, L’Ente ha preparato un programma iniziato sabato con la mostra d’arte collettiva (nella foto) «Visioni artistiche per raccontare il Palio», allestita nell’Auditorium Sant’Angelo. L’esposizione di oltre 30 quadri, tra cui due magnifici Stendardi, è impreziosita dall’ex Chiesa ora Auditorium adatto a questi eventi. L’esposizione accompagnerà la festa fino al giorno del Patrono San Michele mercoledì 29 settembre. L’allestimento è curato da Teresa Morettoni in collaborazione con Giuliano Belloni. Alla domanda su quale sia il tratto comune delle opere in mostra, Teresa Morettoni, che è un’esperta d’arte, risponde: «Il tema ricorrente è la creatività che ha destato l’attenzione un po’ di tutti». Un altro argomento di rilievo è la figura di San Michele, il Patrono che affascina la fantasia dei pittori. Stiamo lavorando ad alcune iniziative per il sessantesimo del Palio, che sarà una grande ripartenza. Questi sono i 16 espositori: Luca Bartolucci, Giuliano Belloni, Maria Caldari, Lamberto Caponi, Angelo Dottori, Violetta Franchi, Matteo Fronduti, Marco Giacchetti, Silvana Iafolla, Carlo Fabio Petrignani, Stefania Piselli, Luciano Ponti, Cristina Rossi, Marcella Sabba, Franco Susta e Gianmarco Ziarelli.

Massimo Stangoni

 457 Visite totali,  1 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.