BASTIA UMBRA Via libera alla ristrutturazione del palazzetto dello sport grazie ad un contributo di 700mila euro approvato dalla Regione Umbria. L’intervento complessivo avrà un costo di circa un milione di euro e cercherà di risolvere i problemi strutturali con un restyling totale dell’edificio. Il Comune di Bastia Umbra conta inoltre di ottenere altri 100mila euro da un ulteriore bando regionale. «E’ un risultato straordinario – commenta soddisfatta il sindaco Paola Lungarotti – che ci dà un’importante opportunità per rimettere a nuovo già dalla prossima estate una struttura sportiva di grande importanza. Il palazzetto dello sport realizzato dall’architetto Giancarlo Leoncilli Massi è un’opera architettonica di interesse nazionale censita dal ministero della Cultura. È un luogo del nostro territorio in cui si coniugano cultura, sport e rigenerazione urbana». 
Ma le buone notizie per Bastia non finiscono qui. Il ministero dell’Interno ha concesso infatti al Comune un contributo di 15mila euro per il progetto scuole sicure. Il progetto predisposto dalla polizia locale ha per oggetto la prevenzione e il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici. Sarà ampliato il sistema di videosorveglianza con l’installazione di telecamere presso la scuola secondaria di primo grado Colomba Antonietti e la secondaria di secondo grado Bonghi in viale Giontella. «L’utilizzo del sistema di videosorveglianza coordinato con l’intervento del personale della polizia locale – afferma la comandante Carla Menghella – costituisce uno strumento importante per gli obiettivi della strategia complessiva delle politiche di sicurezza integrata».
Massimiliano Camilletti

 282 Visite totali,  1 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.