COMUNICATO STAMPA

BASTIA UMBRA – “Granitica immobilità e scarsa consistenza dell’amministrazione Lungarotti”. A sostenerlo in una nota i consiglieri della Lega Catia degli Esposti e Gessica Migliorati a seguito dell’approvazione nell’ultimo consiglio comunale del Dup, il Documento unico di programmazione, che rappresenta uno strumento di guida strategico in linea anche con l’avanzamento del programma di mandato, al quale hanno dato voto contrario.“L’adozione del nuovo Prg parte strutturale – spiegano i consiglieri -la prioritaria azione inserita al primo posto della lista delle cose da fare dell’amministrazione Lungarotti, risulta ancora una volta inesorabilmente in fase di elaborazione.
La promessa di approdare in Consiglio comunale per la sua adozione nei primi 100 giorni di governo Lungarotti, ad oggi che di giorni ne sono passati circa 900, cioè due anni e mezzo, è il fallimento più evidente.
Rispondendo ad una nostra interrogazione l’amministrazione si è anche giustificata con scuse banali. Sulle azioni riguardanti una città da riqualificare, il sindaco ha esposto con una vaghezza disarmante, non riuscendone a comprendere i contenuti minimi, le priorità. Si parla genericamente del PNRR, senza individuare ciò che si vuol fare, cosa si intende realizzare.Non sono state avviate, ma non risultano nemmeno in fase di partenza, le infrastrutture più importanti da realizzare: il sottopasso di via Firenze, la rotonda di Via IV Novembre (uscita superstrada),l’eliminazione del semaforo sul ponte di Bastiola, ponte di XXV Aprile, rotonda di via Atene, rotonda di via dell’agricoltura.
Nessuna opera pubblica rilevante è in fase di realizzazione fatta eccezione per la realizzazione della struttura sportiva di XXV aprile, ereditata dalla precedente amministrazione. La promessa tensostruttura di San Lorenzo, che aveva l’obbiettivo di aumentare gli spazia a disposizione delle associazioni sportive, resta anch’essa una promessa che doveva realizzarsi entro il primo anno di governo ed inizialmente prevista a Campiglione, ancora non è realizzata.

Idee anche per la riqualificazione del palazzetto di Viale Giontella e di Piazza Mazzini che, per l’appunto, sono ancora idee -proseguono i consiglieri – Sicuramente si dovrà correre, con tutti i rischi di dover rimediare a progetti improvvisati, per la progettazione della riqualificazione del Palazzetto di Viale Giontella per utilizzare le risorse messe a disposizione dalla regione Umbria. Non credo assisteremo durante questa consigliatura alla riqualificazione di Piazza Mazzini.
Stessa situazione per la Piazza del Mercato dove l’attuatore privato ha richiesto l’ennesima proroga per la firma della convenzione impedendo di fatto la riqualificazione di quell’area ed anche l’ottenimento di importanti contribuzioni per la riqualificazione di aree degradate.Questa amministrazione non ha il coraggio di prende in mano la gestione di queste situazioni e si nasconde dietro ai ritardi del privato.
E’ vero che soprattutto il 2020 è stato caratterizzato dalla difficoltà generate dalla pandemia. Ed in questo frangente la città di Bastia ha risposto egregiamente anche e soprattutto grazie alle attività delle nostre associazioni di volontariato. C’è anche da rilevare, oltretutto, che le casse comunali hanno beneficiato di importanti contribuzioni nel periodo Covid che, per assurdo, ne ha migliorato la possibilità di azione.
Il sindaco Lungarotti dice di amare la città, come se fosse solo una sua prerogativa, predica umiltà con un discorso che prende volentieri il profilo dell’eterno sermone e poi conclude rivolgendosi ai consiglieri di opposizione ammonendoli con “preparatevi a guardare”.
Non ci piace l’ammonizione di questa maggioranza. Il consiglio comunale è l’organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo, interprete permanente della volontà popolare, luogo dell’equilibrio armonico dei poteri degli organi di governo e di bilanciamento di pesi e contrappesi.
La lega ha come obiettivo quello di assicurare una dialettica collaborativa e non competitiva nell’ottica della buona amministrazione perseguendo l’interesse della comunità locale. Questo è ciò che siamo chiamati a fare – concludono i consiglieri – e non resteremo a guardare come qualcuno vorrebbe”.

Bastia Umbra, 23 novembre 2021

 132 Visite totali,  3 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.