La denuncia dei titolari: “Amareggiati e arrabbiati, ecco il mondo in cui viviamo”

di Flavia Pagliochini
BASTIA UMBRA Ancora un furto nel ter­ritorio di Bastia Umbra, questa volta alla Casa del Giocattolo, noto negozio di Bastia Umbra dedicato a bimbi e famiglie. Secon­do la denuncia dei titolari – alle forze dell’ordine e via social – ignoti, dopo aver spaccato il vetro di una delle porte seconda­rie del negozio – avrebbe­ro rubato “la carrozzina e il passeggino più costosi presenti in negozio e delle scatole Lego tra le più co­stose”. La denuncia è stata fatta alle forze dell’ordine, che indagano per capire la dinamica, ma la rabbia è tanta e i titolari si sfogano via social: “Eccolo il mon­do in cui viviamo, quello della vigliaccheria, della prepotenza, della sopraffa­zione dell’altro. Il furto è accaduto all’ora di sera, presumibilmente durante l’ora in cui tutti tranquilla­mente cenano: una banda di criminali ha spaccato il vetro di una delle porte se­condarie del nostro nego­zio, per entrare e rubare indisturbati oggetti molto mirati e di valore”. Secon­do i titolari del negozio, “gli oggetti rubati erano stati già in precedenza ben adocchiati, scelti e mi­rati, in modo che al mo­mento del colpo sarebbe stato tutto più veloce e semplice. C’è molta rab­bia per il sentirsi prevarica­to dei propri spazi: questa sera siamo davvero molto amareggiati e arrabbiati per tutto l’accaduto, però andiamo avanti come ab­biamo sempre fatto. Lune­dì (ieri, ndr) siamo riparti­ti, con grinta, tenacia, e la­sciandoci alle spalle que­sto schifoso accaduto”. I la­dri continuano insomma a essere scatenati nel bastiolo. Tra Natale e Santo Stefano, secondo i raccon­ti dei diretti interessati in vari gruppi Facebook, i ladri avrebbero tentato di entrare in un’abitazione di via Tagliamento, ma per poco non ci sono riu­sciti. A Santo Stefano i mal­viventi avrebbero tentato altri tre colpi, in via Irlan­da quartiere San Rocco e a Borgo Primo Maggio, do­ve ci sarebbero stati alme­no due colpi, tra cui uno nella palazzina nuova di via Grazia Deledda. E non va meglio quando i ladri non trovano nulla: “A casa mia sono entrati il 30 otto­bre anche se non trovano niente fanno danni in 10 minuti hanno fatto un casi­no”, racconta una delle vit­time dei furti. Anche per questo il Comune rilancia il progetto di controllo di vicinato, finalizzato ad in­centivare la partecipazio­ne attiva da parte della cit­tadinanza alla sicurezza del territorio. Il progetto ha l’obiettivo prioritario di realizzare un più sistema integrato di sicurezza ur­bana affiancando agli in­terventi di competenza esclusiva delle forze di po­lizia le iniziative dei citta­dini volte a favorire e mi­gliorare la conoscenza re­ciproca nell’ambito dei quartieri e frazioni del Co­mune.

 292 Visite totali,  1 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.