IL RAID
BASTIA UMBRA Sono entrati e hanno portato via gli oggetti di maggior valore. Avevano le idee chiare i ladri che domenica sera, presumibilmente all’ora di cena, hanno messo a segno un furto ai danni della Casa del giocattolo di Bastia. Sono entrati sfondando la porta in vetro nella parte posteriore del negozio e hanno rubato la carrozzina e il passeggino più costosi presenti all’interno.
Inoltre hanno preso le scatole più care delle costruzioni Lego. «Eccolo il mondo in cui viviamo hanno commentato amaramente i titolari del negozio al piano terra di un palazzo in via Vivaldi – quello della vigliaccheria, della prepotenza, della sopraffazione. Mentre tutti stavano tranquillamente cenando, una banda di criminali ha spaccato il vetro di una delle porte secondarie del nostro negozio, per entrare e rubare indisturbati oggetti mirati e di particolare valore».
La sensazione è che i ladri avessero prima studiato il colpo fingendosi clienti: «Eh si, è evidente che gli oggetti rubati erano stati già in precedenza ben adocchiati, scelti e puntati. Così al momento del colpo tutto è stato più veloce e semplice». Quanto agli autori del furto, viene abbozzata un’ipotesi da parte dei titolari di questo negozio nato a Bastia Umbra nel lontano 1969: «Si tratta presumibilmente di futuri genitori, visto che sono stati rubati la carrozzina e il passeggino più costosi presenti in negozio. Forse dovevano accontentare anche un fratellino, per questo hanno preso anche delle scatole Lego tra le più costose».
Da oltre 50 anni l’attività commerciale riscuote successo grazie alla passione e alla professionalità di chi ci lavora. Ora però c’è tanta rabbia per quanto è accaduto. Il pensiero dei proprietari della casa del giocattolo va anche a quel bambino o bambina destinato ad andare in quella carrozzina rubata: «I suoi genitori, pur di avere una carrozzina elettrica all’ultima moda hanno preferito rubarla, anziché acquistarne una qualsiasi altra onestamente. Siamo davvero molto amareggiati e arrabbiati per tutto quello che è accaduto, però non ci abbattiamo e andiamo avanti come abbiamo sempre fatto. Si riparte, con grinta e tenacia lasciando alle spalle questo brutto episodio».
Massimiliano Camilletti

 357 Visite totali

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.