IL CONCORSO

Delle quattro bellezze nostrane facenti parte del gruppo delle 120 aspiranti al titolo di Miss Mondo Italia, andate in trasferta a Gallipoli per partecipare al concorso, ben due hanno superato la prima dura selezione che ha ridotto il pattuglione a 50 finaliste. A tenere alto l’onore della bellezza nostrana e passare la prima selezione sono state Greta Narcisi, 17enne di Bastia Umbra, con il titolo di Miss Mondo Umbria, e Sofia Monetti, 25enne nata in Argentina, ma residente nelle Marche e ora studentessa a Perugia dove vive con i nonni umbri. Un risultato che inorgoglisce in particolare il patron di Miss Mondo Umbria, Gianni Marcantonini di Art Inside Event. Dopo questo primo passo che si è svolto venerdì nell’oasi naturale dell’Eco Resort le Sirenè di Gallipoli,

Le due candidate infatti devono attendere giovedì per partecipare alla seconda selezione che ridurrà a 25 le miss che avranno il pass per la finalissima in programma sempre a Gallipoli il prossimo 18 giugno. Ora per loro gli impegni saranno sempre più serrati con shooting, test, corsi di fotografia e comunicazione oltre che di portamento. Il concorso di bellezza nazionale, che mette in palio fascia, corona e diritto a rappresentare l’Italia alla finale internazionale di Miss World, la più antica e prestigiosa kermesse del pianeta si differenzia da altri analoghi concorsi, perché non basta la bellezza, le ragazze devono cimentarsi in tante prove e dimostrare le loro capacità in tanti campi. Il nuovo format della kermesse mette in campo dieci discipline per mettere alla prova le capacità delle concorrenti a partire dalla stesura di un progetto, dall’utilizzo dei social media, la capacità di farsi make up, l’outfit, il people’s choice, come porsi dinanzi ad un set fotografico, capacità da top model, i talent, lo sport e la conoscenza dell’inglese. In questi primi giorni di svolgimento la kermesse ha avuto un importante risultato mass mediatico con più di 500mila utenti unici.

Luigi Foglietti

 173 Visite totali

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.