Le disponibilità sono ripartite 247 per Perugia e 83 per Terni. Prove anche per i futuri odontoiatri (30)

Domani i test di ingresso al centro Umbriafiere. I candidati devono presentarsi in mascherina Ffp2

Il 15 settembre Professioni sanitarie con 588 posizioni da coprire nella regione

di Sabrina Busiri Vici
PERUGIA Domani giorno di prove per gli aspiranti futuri medici e dentisti. Saranno oltre 1.100 i candidati che affronteranno il test di ingresso a partire dalle ore 9,30 nella sede di Umbriafiere a Bastia Umbra. A bando 330 posti disponibili per il corso di medicina e chirurgia dell’Università degli studi, così ripartiti 247 per Perugia e 83 per Terni; di cui 19 destinati ai candidati extraeuropei. Da ricordare, inoltre, che lo scorso anno le posizioni da coprire erano di meno: 311.
Mentre per la laurea magistrale in odontoiatria la disponibilità è di 30 (23 Ue e 7 extraUe).Per accedere alla sala delle prove non sarà necessario il green pass, come l’anno scorso, ma resta obbligatorio indossare la mascherina Ffp2. La prova consiste in quiz a risposta multipla di 60 domande da svolgere in 100 minuti ma con una diversa divisione degli argomenti rispetto al passato. Ci saranno meno quesiti di cultura generale e ragionamento logico a vantaggio
dei quesiti di biologia, chimica, fisica e matematica. Nello specifico, gli argomenti saranno così ripartiti: 4 quesiti di competenze di lettura e conoscenze acquisite negli studi; 5 di ragionamento logico e problemi; 23 di biologia; 15 di chimica e 13 di fisica e matematica. Gli studenti dovranno aspettare qualche settimana prima di conoscere la graduatoria nazionale per merito che verrà pubblicata da Cineca, entro fine settembre. Sul numero programmato del corso di laurea in medicina e chirurgia interviene Virginio Caparvi, coordinatore della Lega in Umbria, assieme ad Alessio Silvestrelli, responsabile regionale del dipartimento Giovani. “In Umbria è stimata la mancanza strutturale di centinaia di medici – riporta una nota -. Una carenza pesante che grava sul sistema sanitario della nostra regione. La Lega ha una soluzione concreta per risolvere questo problema: cancellare il numero chiuso a Medicina. Una proposta che emula il modello francese dove si accede senza test di ingresso al primo anno di facoltà”. E Lega Umbria aggiunge: “Ovviamente adegueremo parallelamente le borse di specializzazione, anch’esse a oggi insufficienti”. Ai test di medicina e chirurgia e di odontoiatria seguiranno le altre prove per i corsi a numero programmato. Ecco date e posti disponibili per ciascun corso: giovedì 8 settembre sarà la volta di medicina veterinaria con 84 posti. Mentre i test per le professioni sanitarie sono fissati il 15. I posti disponibili in Umbria sono 588 di cui 425 per infermieristica (220 a Perugia, 100 a Foligno e 105 a Terni; 32 posti (Perugia) sono per ostetricia; 37 (Foligno) per aspiranti fisioterapisti; 20 (Perugia) per logopedia; altri 22 (Perugia) per tecniche di laboratorio biomedico; 25 per tecnico di radiologia (Perugia) e 27 per tecniche di prevenzione
nell’ambiente dei luoghi di lavoro.

 163 Visite totali

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.