All’interno del Battistero la mostra fotografica sulle fasi di costruzione del monumento

BASTIA UMBRA Sessant’anni di Palio, sessant’anni dall’inaugurazione della chiesa parrocchiale di San Michele arcangelo: Bastia è in festa. Il Palio dei Rioni, in questi giorni, mobilita migliaia di persone, non solo di Bastia, nelle taverne e per assistere alle sfilate. La parrocchia di San Michele Arcangelo è invece impegnata con iniziative per celebrare i 60 anni dell’inaugurazione della chiesa. All’interno del Battistero è stata allestita la mostra fotografica sulle fasi di costruzione della Chiesa (anni 1958-1962) con i protagonisti di allora, tra i quali il Priore don Luigi Toppetti e il sindaco Francesco Giontella. Ritorna inoltre la seconda edizione di «Chiese aperte», con la visita oggi delle chiese della città, pubbliche e private. L’iniziativa ideata da Teresa Morettoni, studiosa d’arte religiosa recentemente scomparsa, alla quale è stato dedicato un incontro odierno. Il parroco don Marco Armillei (qui con Federica Moretti, nello scatto di FAP FOTO), inoltre, ha programmato interventi di riqualificazione nella chiesa chiamando i parrocchiani a partecipare con un contributo: lucidatura del pavimento della chiesa, già realizzato, la sistemazione dell’ambone, in fase di ultimazione, e l’impianto di illuminazione per contenere le spese di energia elettrica. La risposta di cittadini ed imprese con contributi alla parrocchia è iniziata e proseguirà nei prossimi giorni. Le offerte possono essere portate all’ufficio parrocchiale o inviate con bonifico bancario (IBAN IT68W0200838282000401049748). Un altro evento è previsto il 29 settembre giorno del Patrono S. Michele con la presenza del Cardinale Gualtiero Bassetti che presiederà la Messa Solenne delle ore 17.

 203 Visite totali

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.