COSTANO DIECI GIORNI TRA INIZIATIVE E PIATTI TIPICI

COSTANO – NELLA PATRIA della porchetta, un’eccellenza gastronomica regionale, si lavora alacremente per la nuova edizione della sagra in programma dal 18 al 27 agosto a Costano. Qualcosa di più della solita sagra di paese e per i costanesi è l’espressione condivisa e profondamente vissuta della comunità locale che, nel nome della porchetta, trova una formidabile unità di intenti. La porchetta è l’espressione del borgo e di una tradizione tramandata dai padri ai figli attraverso i secoli. La sagra è nata più di recente nel 1968 e, dopo varie fasi di alti e bassi, ha trovato una forma standard e unitaria con la guida del gruppo giovanile. Inoltre questa manifestazione è il tratto d’unione tra passato, presente e futuro. La novità di quest’anno è lo «Gnocco del Porchettaio«, fatto in casa con patate, porchetta, panna e finocchio lesso, una prelibatezza stuzzicante tutta da gustare che verrà proposta agli ospiti della sagra.
IL PIATTO per eccellenza è la porchetta in un menù composto per oltre il 90% da pietanze realizzate con prodotti derivati dal maiale. Nel rinnovato «Angolo del ghiottone», dove vengono servite gustose crêpes, sarà offerto un vasto assortimento di dolci e dessert. «Nell’angolo del Ghiottone – spiega il presidente del gruppo giovanile di Costano, Simone Bordichini – intendiamo unire storia e innovazione guardando alla tradizione, in chiave moderna. Lo spazio è stato arredato con un piccolo salottino».

 3,446 Visite totali,  2 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.