Il commento-Parla il sindaco di Bastia Umbra
BASTIA UMBRA In occasione dell’incontro sugli “Eroi di tutti i giorni”che si terrà domani a Guardea, il sindaco di Bastia Stefano Ansideri(nella foto) elogia l’iniziativa che porrà particolare attenzione sui sindaci i quali, “insieme a tanti altri soggetti che nell’ombra svolgono il proprio dovere, sono ritenuti parte indispensabile e determinante ai fini del mantenimento e dell’affermazione di una società e di una nazione alle prese con evidenti problemi di identità e coesione”. “Quello dei sindaci -aggiunge Ansideri – è e rimane un ruolo chiave, soprattutto nei piccoli Comuni, per garantire e rendere visibile la figura di colui che è sempre presente e sempre disponibile per i bisogni dei propri cittadini o, semplicemente, per ascoltare”.Ai colleghi, per il “quotidiano lavoro, frutto di una precisa scelta di campo che nulla ha a che fare con l’appartenenza politica, ma che della politica (conla P maiuscola) fa uso e gelosa custodia. I più sentito ringraziamento, al quale spero possa aggiungersi il ringraziamento di tutti coloro che ogni giorno trovano in loro risposte o incoraggiamenti”.
Cerimonia di consegna del riconoscimento, sul podio anche il più votato attraverso il Corriere

Oggi a Guardea festa grande per gli Eroi di tutti i giorni

PERUGIA Mamme, papà, forze dell’ordine, associazioni di volontariato,lavoratori, pensionati emolti altri ancora. Sono loro gli eroi di tutti i giorni, invitati oggi a Guardea per partecipare all’iniziativa realizzata dal sindaco della piccola città ternana Gianfranco Costa, nonché fondatore e presidente del Centro internazionale per la pace fra i popoli di Assisi. Si tratta di un’iniziativa allaquale ha dato piena adesione e sostegno anche il Corriere dell’Umbria che, raccogliendole segnalazioni dei lettori, farà salire sul podio il proprio eroe. L’obiettivo è far transitare un’idea: quella dell’impegno sociale, umano e straordinario che ogni giorno in tanti fanno emergere con le loro azioni. Gli eroi di tutti i giorni si ritrovanoquestamattina per ringraziare quanti, nel silenzio, testimoniano serenità, semplicità, forza interiore ed amore. E quest’anno l’instancabile sindaco insieme allo staff organizzativo ha deciso di premiare il Comitato dell’albero di Natale più grande del mondo – di Gubbio, la Croce rossa italiana nella persona del commissario Paolo Scura, e l’Anci (Associazione nazionale Comuni d’Italia) e quindi indirettamente tuttii sindaci.Ecco, dunque, la Croce rossa,sempre in prima linea nell’assistere e nel sostenere quanti si trovano in una situazione di bisogno. Ma anche l’associazione che rappresenta tutti i primi cittadini “depositari – afferma il sindaco di Guardea – di valori e tradizioni, esempio di buona politica, sempre in prima linea nel tentare di soddisfare le esigenze dei propri amministrati”. Quei sindaci che Costa ha indicato come modello da seguire, in un momento in cui la disaffezione perla politica la fa  da padrona peri troppi scandali cui si è assistito. “I sindaci -aggiunge Costa – operano in controtendenza rispetto all’agire politico cui certi esponenti ci hanno abituato e, soprattutto,hanno un mandato limitato,che dovrebbe essere esteso anche aparlamentarie rappresentanti regionali”. Accanto a loro,il Comitato perla tutela della valle Teverina, costituitosi con l’intento di contrastare la installazione di un biodigestore nel comune di Montecchio. Questa connotazione ambientalista dell’incontro è stata fortemente voluta dal sindaco di Guardea Gianfranco Costa e dalla sua giunta,in un momento in cui la vicenda del biodigestore sta tenendo banco tra esponenti politici, rappresentanti istituzionali e semplici cittadini L’appuntamento è dunque a Guardea con un programma molto intenso: alle 17 è previstoil raduno in piazza; a seguire, avverrà la consegna delle pergamene personali e la lettura del messaggio “Eroi di tutti i Giorni 2012”; ci sarà poi il giuramento e la lieta conclusione con un allegro conviviale. Il messaggio che gli organizzatori vogliono mandare è chiaro:“Per eliminare il malaffare, la corruzione le caste, prendiamo fiducia, ritroviamoci – dice il sindaco Costa – guardandoci negli occhi,mangiandolo stesso pane, per un incontro che rafforzi la nostra fiducia nell’onestà, nella giustizia sociale,nella solidarietà, nell’amore. Continuiamo a sognare un’Italia pulita, semplice, forte. Se lo faremo – conclude Costa – in tanti il sogno, prima o poi, diverrà realtà”. L’iniziativa vede in prima linea la Pro loco, la Prociv di Guardea e gli organizzatori della sagra degli Gnocchi

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.