Pareggio a reti inviolate Secondo punto in due gare dopo l’avvento in panchina di Gnagnetti. Prova incolore degli ospiti
Finisce 0-0 alla Renaccia ma i padroni di casa sbagliano un rigore con Ciai

di LAURA PATACCA

PRETOLA – Finisce a reti bianche l’anticipo di Eccellenza tra Vis Pretola e Bastia. Secondo risultato utile consecutivo per il nuovo tecnico Gnagnetti che raccoglie in soli quattro giorni, due punti. La classifica resta ancora amara per la formazione perugina ( 5 punti e ultimo posto) ma la grinta e la determinazione messi in campo contro il Bastia fanno ben sperare.
Senza contare che se Ciai non avesse sbagliato un calcio di rigore al 22’ avrebbe potuto chiudere la gara con la vittoria.
Diversa invece la situazione in casa bianco-rossa.
L’undici di Luzi, decisamente più dotato tecnicamente e tatticamente rispetto agli avversari, non convince. Malgrado alcune ottime occasioni nella ripresa, il gioco generale rimane poco fluido ed incisivo.
Troppa la distanza che divide i tre reparti e soprattutto troppo poca la spinta offensiva del duo Mancini-Francioni contro la seconda peggior difesa del campionato.
Gara confusionaria e spezzettata per tutti i primi quarantacinque minuti di gioco. Al 22’, dopo una lunghissima fase di studio reciproco, il primo sussulto.
L’esperto Tardioli si lascia sfilare la palla da Parrini. Il difensore strattona nella rincorsa l’attaccante. L’arbitro Burbi non ha dubbi e tra le proteste generali concede il calcio di rigore.
Ciai si incarica della battuta e dal dischetto lascia partire una secca bordata che termina clamorosamente a lato di alcuni metri. Sventato il pericolo il Bastia prova a ripartire ma sempre con poca convinzione.
Le uniche conclusioni verso la porta di Speziali nascono tutte da calci piazzati, solo nel finale Francioni sfiora il vantaggio.
Bolide del giovane ma malgrado l’illusione del gol la palla finisce solo sull’esterno della rete.
Nella ripresa il ritmo cambia. Squadre più lunghe e di conseguenza maggiori capovolgimenti di fronte. I ragazzi di Gnagnetti ci credono, capiscono le difficoltà degli avversari e nei primi dieci minuti costruiscono due clamorose occasioni.
La prima con Lazzarini, che in semi rovesciata prova a sorprendere Tajolini, bravo nell’occasione ad allontanare con i pugni, e la seconda con Parrini che calcia di poco alto. A spezzare questa sequenza ci pensa al 16’ Mancini con un azione tutta personale.
L’attaccante recupera sulla fascia la palla, si accentra, supera in scioltezza Simonetti e va al tiro che si perde di pochissimo sopra l’incrocio dei pali.
Al 18’ ci prova anche Battistelli a farsi pericoloso. Calcio di punizione perfetto ma Speziali è ancora più bravo nella respinta.
Al 21’ e al 26’ è il Bastia a rendersi protagonista. Prima è Gnagni a sbagliare l’impossibile.
Buona triangolazione tra Francioni e Battistelli con cross in area preciso per il tiro di Gnagni che smarcato calcia clamorosamente fuori. Nell’occasione anche proteste per un fallo su Mancini, caduto in area, ma non sanzionato dall’arbitro. Al 26’ è invece Speziali a negare la gioia del gol a Francioni. Nel finale però sono ancora i locali a spingere.
Tajolini salva su Ciai ma sulla ribatutta è decisivo Tardioli a respingere il tiro di Dottori. In questo scenario matura lo 0-0 finale alla Renaccia.

SPOGLIATOI
Luzi: “C’era un rigore per noi”. Gnagnetti: “Peccato davvero”
PRETOLA – E’ visibilmente soddisfatto a fine gara il tecnico della Vis Pretola, Roberto Gnagnetti che commenta così la sua seconda partita alla guida dei biancorossi: “Abbiamo dei limiti è vero e non possiamo pretendere chissà cosa. Oggi però abbiamo messo in campo tanta grinta e tanto agonismo e siamo riusciti a creare anche delle grosse occasioni.
Dispiace per non averle sfruttate al meglio. Un punto comunque è arrivato ed è questo che conta soprattutto contro una squadra attrezzata come il Bastia”.
Due risultati utili consecutivi sono un segnale di ripresa? “Ho preso questa squadra da poco e abbiamo giocato due partite in quattro giorni.
Con tutta sincerità mi sento di dire che il merito è di coloro che hanno preparato la squadra prima del mio arrivo, dal vecchio mister, Martinelli, al preparatore. Il cambio ha fatto scattare qualcosa in più e ora ci concentreremo per continuare in questa direzione.
Diverso invece lo stato d’animo del tecnico del Bastia, Zoran Luzi: “Abbiamo creato molte palle gol oggi, sei o sette nitide. Oggi possiamo recriminare solo di aver sbagliato. E’ da un po’ di tempo che lo dico, abbiamo bisogno di una maggior qualità in fase offensiva.
E’ vero che loro potevano vincere con il calcio di rigore ma prima di quell’episodio anche per noi c’era un fallo nettissimo su Tardioli. E poi ci sono stati anche due rigori netti che non ci hanno concesso senza contare i gol sbagliati. In questo momento va un po’ così ma non ho nulla da rimproverare alla squadra, tranne che di essere un po’ più precisi e soprattutto determinati”.
L.PAT.

VIS. PRETOLA (4-4-1-1): Speziali 7; Simonetti 6 (27’st Scappini 6), Valeri 5,5, Dolciami 6, Passeti 6; Ciai 5,5, Costi Sipan 6, Peverini 6, Lazzerini 6 (23’ Dottori 6) ; D’ Onofrio 6 (43’st Nanti s.v.); Parrini 6.
A disp. S. Rossi, L. Rossi, Ciribifera, Tiberi.All. Gnagnetti 6,5.
BASTIA (4-4-2): Tajolini 6; Allegrucci 6 (36’st Ortolani s.v), Zanchi 6, Tardioli 5,5, Cardinali 6; Belkchach 6,5 (36’st Maroni s.v.), De Santis 6,5, Gnagni 6, Battistelli 6 (42’st Peri s.v.); Mancini 5,5, Francioni 5,5.
A disp. Sensi, Marchetti, Speziali, Capitini.
All. Luzi 5,5.
ARBITRO: Burbi di Perugia 5,5. NOTE: al 22’ pt Ciai (P) fallisce un calcio di rigore. Spettatori 200 circa.Ammoniti: Peverini, Simonetti, Dolciami, Valeri (V.P); Tardioli (B). Angoli: 0-1 per il Bastia.
Recupero: 2’pt; 4’st.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.