I carabinieri arrestano due camerunensi che stavano tentando di truffare un cinese per tremila euro
BASTIA UMBRA Arricchirsi facilmente grazie a una polvere magica – in realtà borotalco – che, unita ad acqua e sparsa sulla carta, avrebbe trasformato dei semplici fogli bianchi in banconote da 20 euro: era questa l’offerta di due camerunensi già noti alle forze dell’ordine,N.K.I di 38 anni e K.C. di 36, arrestati dai carabinieri di Bastia per tentata truffa in concorso.Da qualche tempo i militari avevano avuto notizia della presenza di cittadini di origini africane che si aggiravano nel territorio comunale con fare sospetto, e proprio seguendo alcuni di loro sono riusciti a pizzicarli mentre, con tecnica ormai collaudata, avevano agganciato la vittima, di origini cinesi, facendole credere di poter fare un facile guadagno. Il cinese avrebbe dovuto pagare tremila euro, in cambio avrebbe ricevuto fogli di carta e della polvere bianca – “miracolosa”, secondo i due camerunensi – che una volta cosparsa soprala carta eimbevuta di un liquido la avrebbe trasformata in banconote da 20 euro per un importo di trentamila euro, dieci voltela somma pagata ai due truffatori.
La vittima del raggiro si è però rivolta agli uomini dell’Arma bastiola che, nascostisi in casa sua, sono entrati in azione recuperando il materiale usato per commettere il raggiro e bloccandoi due truffatori.Le analisi deimilitari hanno stabilito che la polvere bianca altro non era che banale borotalco:i due camerunensi sonoquindi stati tratti in arresto con l’accusa di tentata truffa in concorso e trattenuti in cella in attesa del giudizio per direttissima.
Fla.Pag.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.