BOCCIATA LA PROPOSTA DEL PD. L’ASSESSORE ILLUSTRA IL PIANO
BASTIA UMBRA — SIAMO alle ultime battute della battaglia, pro e contro, il progetto di impianto a biogas di Costano. Se n’è occupato per la prima volta il Consiglio comunale, convocato su richiesta del gruppo consiliare del Pd che ha presentato una proposta di delibera volta ad estendere all’intero territorio comunale il divieto di realizzazione di un impianto a biomasse.Una pratica piuttosto complessa che ha richiesto l’intervento per l’istruttoria degli uffici tecnici del Comune, in particolare del settore Urbanistica. Rilevata l’improponibilità del documento, l’Ufficio ha prospettato la possibilità di trasformare la delibera in atto di indirizzo del Consiglio, che in caso di approvazione avrebbe dovuto formulare un nuovo testo di delibera in linea con leggi e normative vigenti. La seduta si è subito infiammata davanti ad un pubblico numeroso e composto in gran parte dai membri del comitato per l’ambiente di Costano. A nome del Pd il consigliere Pecci ha contestato la gestione della procedura, ma alla fine non si è potuto opporre alla votazione con cui il Consiglio ha bocciato a maggioranza la proposta di delibera. La vicenda non si è chiusa qui, ma ha registrato l’intervento dell’assessore ambiente Fratellini, che ha illustrato le modifiche di recente pubblicate nel Bur di febbraio, relative alla delibera della giunta regionale n. 40. Introdotti nuovi elementi interpretativi del regolamento che disciplina l’istallazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili e tra questi una maggiore attenzione agli edifici di valore storico, architettonico e culturale nelle aree di pertinenza di impianti a biogas. Un divieto che interessa il progetto di Costano in quanto nei pressi dell’impianto sorgono edifici rurali, censiti e tutelati con delibera del Consiglio. Il progetto di impianto a biogas, quindi viene stoppato, ma a deciderlo dovrà essere la Conferenza di Servizi, composta da 22 enti, che dovrà essere riconvocata a questo fine.
m.s.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.