BASTIA PECCI (PD) ATTACCA L’ESECUTIVO DI ANSIDERI E IL SEGRETARIO BROZZI
BASTIA UMBRA — ESITO SCONTATO del consiglio comunale riunitosi giovedì sera con l’obiettivo di bloccare l’impianto a biomasse nella frazione di Costano. L’assemblea consiliare, preso atto che l’impresa, il giorno prima, aveva rinunciato al progetto, ha puntato sulla necessità di impedire iniziative analoghe sul territorio di Bastia. A questo fine sono stati approvati all’unanimità due documenti: un ordine del giorno per programmare la rapida approvazione del piano energetico comunale e una mozione con cui si è dato mandato al sindaco Ansideri di adoperarsi presso la Giunta regionale per modificare la normativa in materia. Il protagonista della serata, però, è stato il consigliere Erigo Pecci del Pd (foto) che ha criticato la giunta comunale per non essere intervenuta in tempo utile sulla Regione, che avrebbe il merito di aver convinto l’impresa a rinunciare al progetto di Costano. Le parole più dure, però, Pecci le ha riservato a coloro che nel Pd operano senza tenere conto del gruppo consiliare, con iniziative personali e non condivise. Evidente che il riferimento è al segretario Pd Vannio Brozzi, che avrebbe operato senza coinvolgere tutto il partito. Presenti tra il pubblico nell’aula consiliare a sostegno di Pecci l’ex sindaco Lombardi, l’assessore Marchi e l’ex segretario Violini. Anche l’assessore in carica Luca Livieri (Pdl), responsabile dell’urbanistica, ha preferito stare tra il pubblico in una posizione ‘aventiniana’ per ora senza chiare motivazioni.
m.s.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.