Scintille tra imprenditori e amministrazione all’incontro per cercare soluzioni. Mela: “Misure strardinarie per aiutarci”
BASTIA UMBRA Scintille durante l’incontro con l’amministrazione, chiesto e ottenuto dalla Confartigianato di Bastia, che si è svolto martedì sera in sala consiliare. Al centro del dibattito l’analisi della situazione attuale e delle prospettive del comparto edile,stretto nella morsa di una pesante crisi,per avviare una riflessione sulle prospettive del settore individuando possibili strumenti per il rilancio. Al partecipato incontro erano presenti i rappresentanti dell’organizzazione, tra cui il presidente Paola Mela, e numerosi rappresentanti di tutto il comparto edile, nonché il sindaco Stefano Ansideri e l’assessore Francesco Fratellini. Con toni accesi fin dalle prime battute, il dibattito ha messo sul tavolo alcune proposte su cui avviare una riflessione in attesa di un secondo incontro. “Al Comune – riferisce il presidente Mela – troppo legato a grandissime volumetrie all’interno delle quali c’è poco spazio per le piccole imprese, è stata chiesta la possibilità di soluzioni alternative. Come ribadito dagli imprenditori è forse il momento di riposizionare alcune volumetrie e intercettare le esigenze delle piccole imprese e della domanda di nuove costruzioni indipendenti o con soluzioni semindipendenti, più gradite dai cittadini”. Oltre a questa “forzatura” degli strumenti urbanistici, definita “doverosa” dagli imprenditori poiché “un momento straordinario come questo pretende un impegno e misure straordinarie”, il dibattito si è soffermato sui bandi pubblici, in merito ai quali gli artigiani presenti hanno richiesto “l’utilizzo permanente di procedure negoziate e trattative private per i lavori sottosoglia, che possono agevolare le imprese locali”. Accanto a ciò, aggiunge il presidente, “ci vorrebbe una campagna di 100 lotti edificabili che sicuramente può ridare ossigeno e speranza alle imprese”. Misure straordinarie ma che possono, insieme agli altri strumenti a disposizione dell’amministrazione (piano regolatore, piano delle piccole opere, manutenzione) ridare ossigeno a un settore sofferente che negli ultimi due anni ha perso oltre seimila lavoratori e visto chiudere oltre mille imprese.
Sara Caponi

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (6)

  • MI SEMBRA CHE I COSTRUTTORI VORREBBERO CEMENTIFICARE ANCORA LA CITTA’ MENTRE L’AMMINISTRAZIONE CERCA DI RECUPERARE LE VECCHIE AREE INVECE DI CONSUMARE ANCORA TERRITORIO.

  • La richiesta è sempre quella, terreni agricoli che devono essere trasformati in edificabili.
    Ma se nel nostro territorio ci sono già grandi aree di recupero perchè consumare spazi verdi ed agricoli?
    Perchè forse si fa più business.
    Basta con questa logica, chi vuole lavorare presenti progetti, preventivi e/o quello che all’ occorrenza serve e lo faccia nelle grandi aree di recupero.
    Non gli conviene ? NO PROBLEM, smetta di lavorare. E’ MEGLIO !

  • marameo, se hai coraggio o meglio le p……e, perchè non lo hai detto all’incontro con l’amministrazione e gli imprenditori, purtroppo si verifica quello che ho sempre detto, qui fate lavorare solo i 2 o 3 imprenditori amici del pdl, con aree gigantesche che saranno invase solo da extracomunitari, chi si vuol fare la propia casa se la prende nel c…o, per fortuna che avete cira altri 2 anni poi fate la fine di bettona.

  • Caro Marino vogliamo intavolare una discussione sugli amici di …. ? Quando e dove vuoi !
    Comunque forse a Te ì, veramente serve un piccolo lotto edificabile ma fai una verifica su quanti lotti C0 sono stati rivenduti sul mercato dal proprietario che prima aveva un terreno agricolo e già che ci sei, a proposito di AMICI, controlla anche i nomi.

  • @Marino: Per quanto riguarda le grandi aree, a me sembra che siano coinvolti imprenditori che hanno lavorato e costruito anche quando vi era la vecchia amministrazione … informati meglio … oppure beve meno !!

  • @Marino: Per ciò che dici devi avere le prove … altrimenti rischi la querela … Se non te ne fossi accorto il tempi degli inciuci è finito da un pezzo … !!!

comments (6)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.