BASTIA UMBRA ANALISI DOPO DIECI MESI DALL’INSEDIAMENTO DELLA GIUNTA-ANSIDERI  L’ESAME del rendiconto finanziario 2009 del Comune ha dato modo all’assemblea consiliare di fare il punto sullo stato di salute della gestione finanziaria a dieci mesi dall’insediamento della giunta del sindaco Ansideri. Il quadro che emerge è di un bilancio solido che rientra ampliamente nei parametri del ‘Patto di Stabilità finanziaria’. L’effettivo avanzo di amministrazione è di 163mila euro; i 675mila euro di avanzo indicati nel documento, infatti, sono frutto di scelte della giunta attuale, in particolare della gestione dei residui degli esercizi precedenti. L’assessore al bilancio Roberto Roscini ha illustrato nei dettagli il rendiconto ricordando gli sforzi compiuti dall’attuale, ma anche dalla precedente amministrazione, per rientrare nel patto di stabilità e rendere efficiente la gestione del bilancio. A questo si è giunti anche attraverso la riduzione forzata delle spese per investimento, che si attestano a circa 2milioni e 200mila euro, contro gli oltre 3milioni e 700mila dell’anno precedente. Stabile è la spesa per il personale, mentre nel 2009 sono stati destinati 520mila euro di entrate correnti per finanziare spese di investimento, altrimenti attivabili mediante ulteriore indebitamento.  Il Comune di Bastia è ai primi posti tra quelli della Regione Umbria per la pressione tributaria, anche se l’attuale Amministrazione ha cancellato l’Imposta di Scopo, determinando un miglioramento della posizione di Bastia nella graduatoria regionale. «Il rendiconto, che evidenzia una oculata gestione finanziaria — ha concluso il sindaco Ansideri — viene a confermare l’attenzione della nostra amministrazione nel tenere i conti in ordine, gravando il meno possibile nelle tasche dei cittadini».
Nazione-2010-05-04-Pag12.pdf

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.