Addio play off A Bastia “volata” Francioni-Tasso

BASTIA UMBRA – Per Danilo Moroni, direttore sportivo del Bastia, il bicchiere in casa biancorossa è più pieno che vuoto. Troppo forte il Trestina per i bastioli, che hanno subìto troppo la pressione di una squadra, davvero compatta, solida, come quella dei bianconeri di Cerbella, capace di sfruttare al massimo l’effetto Casini. “Onore e merito al Trestina – dice l’attivissimo Danilo Moroni -. Non solamente per quello che è riuscito a costruire nell’arco dei centottanta minuti, ma per quanto fatto e per i punti incamerati durante la stagione regolare che l’ha visto lottare per la vetta fino all’ultimo con il Todi. Purtroppo, se con squadre come il Trestina si subisce la loro aggressività, inevitabilmente poi si prende il gol. La stagione del Bastia la considero positiva. I play off sono un ottimo traguardo. Mi rendo conto che durante l’anno, per strada, forse abbiamo sciupato occasioni e qualche ghiotte opportunità, ma realisticamente dobbiamo riconoscere che Todi e Trestina hanno fatto molto meglio di noi”. Il direttivo del Bastia ha offerto la conferma a Danilo Moroni, un direttore sportivo aziendalista, bravo nel gestire l’area tecnica e il rapporto con i giocatori: “Sono felice che il Bastia mi abbia prospettato l’intenzione di rimanere – dice Moroni – e ci siamo presi qualche giorno di riflessione, perché devo valutare alcune questioni extracalcistiche, ma credo che se non ci saranno questi intoppi, sarò qui a Bastia, dove c’è un ambiente ideale per lavorare. Stiamo mettendo alcuni tasselli legati al settore giovanile, perché il nostro vivaio florido rappresenta un investimento prezioso”. Il mister Luzi sarà confermato? “La società già un mese fa ha offerto a Zoran la possibilità di rimanere e il tecnico aveva detto che ci saremmo aggiornati e messi attorno ad un tavolo a fine stagione. Penso che la settimana prossima Luzi si incontrerà coi vertici societari per dare una risposta. Il mister ci aveva solo detto che, a parità di categoria, non si sarebbe mosso da Bastia. E’ ovvio se gli arrivasse una chiamata importante, non ci sarebbero problemi”. In casa Bastia, a parte il tassello del tecnico (anche se il nome di Luzi circola con una certa insistenza a Todi dopo il divorzio con Cruccolo e, nel caso se ne andasse, sarà testa a testa tra Gianni Francioni e Renzo Tasso per sostituirlo), si sta lavorando anche per un ulteriore allargamento del direttivo societario, proprio per rendere la società più forte, con maggiori possibilità di investimento, anche perché l’intenzione è quella di puntare ad una stagione da protagonisti. “Qui c’è un gruppo storico, che non verrà smantellato. Da lì ripartiremo, perché a Bastia – conclude Moroni -, abbiamo tante certezze e pochissimi punti interrogativi”.
Gianluca Zinci

Pdf: Corriere-2010-05-04-pag10S

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.