E’ INIZIATA la fase finale del premio Insula Romana con le nomine dei primi vincitori. Per la sezione narrativa giovani-adulti, la più recente delle sezioni giunta all’undicesima edizione, il vincitore è Christian Frascella con il libro «Mia sorella è una foca monaca» (Fazi editore), che ha ottenuto 366 voti della giuria popolare; seconda con 258 referenze Laura Sandi «Biscotti al malto fiore per un mondo migliore» (Mondadori editore), e terzo Carlo D’Amicis con «La guerra dei cafoni». La novità di quest’anno è rappresentata dalla presenza di opere straniere, di cui vincitrice è Birgit Vanderbeke con ‘Sweet Sixteen’. La selezione è avvenuta nel corso di una manifestazione giovedì pomeriggio al Cinema Esperia, che ha visto la presenza 400 studenti delle scuole superiori che hanno partecipato ad un vivace ed interessante dibattito con gli autori delle opere finaliste. L’incontro è stato organizzato dalla Pro loco di Bastia, che promuove il premio, in collaborazione con l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB) Umbria, con il Comune e con il patrocinio e il sostegno del Ministero dei Beni culturali. Un notevole passo avanti del Premio Insula Romana che, come ha sottolineato il sindaco di Bastia Stefano Ansideri, si è aperto ad una platea di autori europei ed ha coinvolto nell’organizzazione anche l’Ateneo perugino. I giovani hanno mostrato grande curiosità e si sono confrontati oltre che con gli autori, con personaggi di spicco della cultura e del libro quali Claudio Di Benedetto, direttore della biblioteca degli Uffizi di Firenze, e Gabriele De Veris, direttore AIB Umbria. Animatrice e conduttrice Olimpia Bartolucci, direttore del Premio. Diversi gli appuntamenti che porteranno alla serata finale con le premiazioni di tutte le sezioni, in programma il 22 novembre. Prossimo incontro il 6 novembre nella residenza comunale.
Massimo Stangoni

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.