UN DISOCCUPATO cinquantenne, beccato dal controllore sul bus senza biglietto, dà in escandescenze, arrivano polizia municipale e carabinieri, non si placa e alla fine viene arrestato. Un militare e vigile urbano devono addirittura ricorrere alle cure del pronto soccorso per lievi ferite. La sequenza ieri mattina lungo la tratta Santa Maria degli Angeli-Assisi, linea frequentatissima coperta da Umbria Mobilità, battuta in questo periodo da frequenti controlli da parte degli addetti per evitare che la gente circoli senza biglietto. Il controllore si è imbattuto nell’uomo che non aveva pagato il biglietto, chiedendo conto del suo comportamento e soprattutto pronto ad applicare la sanzione prevista in queste situazioni. L’individuo, residente nell’assisano, non ne ha voluto sapere, cominciando a dare in escandescenze. Vista la situazione, l’addetto dell’azienda di trasporto ha chiesto il supporto della polizia municipale che ha atteso il pulman alla fermata di San Pietro. ALLA VISTA degli agenti, il ‘portoghese’ non si è tranquillizzato affatto e ha continuato a inveire, tentando di aggredirli. A quel punto è stato chiesto l’intervento dei carabinieri che si sono prontamente portati sul posto; l’uomo non è ha voluto sapere di calmarsi e ne è scaturito un gran parapiglia; alla fine i militari lo hanno ammanettato e arrestato. Il disoccupato dovrà rispondere di resistenza, minacce, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Un carabiniere e un vigile urbano sono stati medicati al pronto soccorso per lievi lesioni.
Maurizio Baglioni

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.