Il Comune aderisce alle celebrazioni
BASTIA UMBRA – Oggi è il giorno della memoria delle vittime del terrorismo. Il 9 maggio 1978 veniva ritrovato a Roma il corpo senza vita di Aldo Moro. Il Comune di Bastia Umbra aderisce alle celebrazioni di questa giornata non solo per ricordare tutte le vittime di ieri e di oggi, ma anche per contribuire a costruire un percorso di convivenza civile democratica e di cittadinanza consapevole, in particolare tra le nuove generazioni.
Scrive il sindaco Stefano Ansideri: “Il periodo terribile che ha attraversato la storia recente del nostro Paese, i cosiddetti ‘Anni di Piombo’, rappresenta una pagina dolorosissima e una ferita per la storia repubblicana che ancora vive nel ricordo civile, politico, collettivo e, soprattutto, nel privato di chi, in quella stagione, perse gli affetti più cari. Ricordare ogni anno, significa prendere coscienza di quanto la cecità della violenza che si fa ideologia possa produrre danno: semplici cittadini, servitori dello Stato, studio-si, giornalisti, magistrati hanno pagato con il proprio sangue per le loro idee e la loro condotta di vita”. “In questi ultimi anni – prosegue il sindaco – abbiamo assistito a una nuova sensibilità e coscienza rispetto alla memoria delle vittime del terrorismo. Oggi, proprio a partire dai quei ricordi di una ‘seconda generazione’ così ferocemente segnata dal terrorismo, possiamo ricostruire noi tutti una memoria civile, pubblica, condivisa, che ci ricordi cosa è stato quel tempo e che ci renda partecipi dei valori di democrazia, libertà, legalità, impegno, onestà che accomunano le biografie delle vittime di quella stagione”.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.