Notti rumorose in centro e in via Giontella per chi tiene le finestre aperte
A disturbare gente vociante e motorini
BASTIA UMBRA (a.g.)- Con la stagione estiva tornano i malumori di chi non ama e non può fare le ore piccole. Chi sente la necessità di dormire a finestre aperte per via della calura stagionale si trova a doversi confrontare con chiacchiere e musica; non sempre la convivenza riesce. In modo paricolare, due sono le zone di Bastia Umbra i cui residenti avanzano proteste vere e proprie: il centro storico e viale Giontella. Complicata la questione del centro storico, nucleo della vita cittadina che la stessa amministrazione è stata chiamata a rianimare per diletto e sicurezza dei residenti. Proprio a seguito di questa forte richiesta, quanto mai opportuna anche per aiutare l’economia non solo delle attività commerciali, chiuse nelle ore notturne, quanto a quelle enogastronomiche, sono stati studiati gli incontri della rassegna “Bastia estate insieme 2010”. Gli orari degli incontri in oggetto sono assolutamente compatibili con quelli della quiete pubblica, oltre a prevedere la chiusura al traffico dell’ intera ‘insula romana’; il problema, come è storicamente, consiste nel mancato senso civico di quei cittadini che si trattengono in chiacchiere a voce alta fin oltre le ore piccole e che utilizzano motorini con marmitte modificate. Proprio a questo proposito e mostrando piena consapevolezza del disagio cittadino, l’amministrazione comunale ha anticipato che “a seguito della nuova convenzione stipulata con il Comune di Bettona, i vigili urbani effettueranno controlli in tal senso”. Altra situazione delicata è quella di via Giontella e dintorni, zona di Bastia Umbra in cui si tiene un’attività d’intrattenimento che richiama giovani da tutta la regione. Se, da un lato, infatti, il locale non può essere che un motivo di vanto per la realtà del territorio, dall’altro continua a rappresentare oggetto di malcontento per i cittadini che hanno necessità di silenzio per riposare”.

Corriere-2010-07-06-pag19

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.