Il segretario interviene sulla vicenda contravvenzioni
BASTIA UMBRA (al.ga.) – “Giusto multare coloro che non rispettano le regole del codice stradale; altrettanto opportuno destinare gli introiti delle contravvenzioni per il finanziamento delle attività connesse al piano nazionale sulla sicurezza stradale, come previsto dall’articolo 208 del codice della strada”. E’ questa l’opinione di Amelia Rossi, segretario del circolo bastiolo del partito della Rifondazione Comunista intitolato a Rosanna Cipolla. “In quattro giorni, dal 18 al 21 gennaio 2010, i vigili urbani del comune di Bastia Umbra hanno fatto duecentosei multe – ricorda il segretario Rossi – tanto rigore, in un momento di passaggio nella gestione dei parcheggi privati e dopo giorni di malfunzionamento delle macchinette, speriamo sarà applicato anche nella destinazione degli introiti delle multe. In realtà, lo conferma anche una recente ricerca di Adnkronos, pochi comuni applicano la legge fino in fondo e le multe servono unicamente a rimpinguare le casse degli enti locali in sofferenza dopo i continui tagli del governo”.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.