BASTIA UMBRA — UN RAPPORTO tutt’altro che tranquillo quello tra amministrazione del sindaco Ansideri e gestore della raccolta e smaltimento rifiuti solidi urbani, società Gest, ma gli effetti concreti, almeno per le tasche dei cittadini, sono positivi.
Da tre anni la Tarsu, tassa sui rifiuti di cui in questi giorni si paga la prima rata, non è aumentata con la soddisfazione di quanti hanno potuto evitare di spendere di più. Ci sono poi i rapporti tra Comune e gestore che incontrano qualche spigolosità, a causa soprattutto del fatto che l’assessore Fratellini spulcia il contratto e non si accontenta dei controlli dei funzionari, ma spesso effettua verifiche in prima persona. ECCO SPIEGATO il fatto che nei giorni scorsi l’assessore ha chiesto alla Gest di garantire lo spazzamento di strade e piazze secondo gli accordi contrattuali. Il servizio è carente, non eseguito a regola d’arte e lo testimoniano le segnalazioni di cittadini all’amministrazione comunale. Una situazione che sarebbe di evidente difformità rispetto al capitolato d’appalto. Per questi motivi l’assessore all’ambiente Francesco Fratellini ha scritto alla Gest, la società che gestisce il servizio, per fare presente il disagio dei cittadini ed evidenziare la necessità di un rapido intervento. Fratellini ha segnalato, in particolare, come carente il cosiddetto ‘spazzamento misto’, quello in cui il mezzo meccanico viene integrato da un operatore manuale. RISULTEREBBE che spesso l’operatore manuale non viene impiegato, mentre in altri casi anziché precedere a piedi la spazzatrice l’operatore viaggi a bordo dell’automezzo. «Vi invitiamo ad una maggiore vigilanza — conclude Fratellini — e a provvedere affinché il personale addetto operi in maniera idonea a garantire la qualità del servizio conforme al contratto».
m.s.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.