Il via alla realizzazione di un nuovo impianto

BASTIA UMBRA (a.g.) – Improvvise interruzioni d’energia elettrica in alcuni uffici pubblici. Episodi continui, con disagi particolari per gli impiegati impegnati in un lavoro al computer che di botto perdevano tutto quello che avevano fatto. Il sindaco di Bastia Umbra, Stefano Ansideri, dà il vía alla realizzazione di un nuovo impianto, a supporto di quello già esistente nel palazzo municipale che si affaccia in piazza Cavour. Sono destinati a essere eliminati, quindi, i disagi che vengono registrati da almeno quattro anni presso alcuni uffici amministrativi del comune bastiolo, determinati da improvvise interruzioni dell’energia elettrica. “Gli improvvisi black out” si fa sapere dal palazzo del municipio bastiolo “hanno interessato, per un lungo periodo di tempo gli Uffici dei settori addetti all’urbanistica e all’edilizia, al secondo piano, e altri uffici, siti al primo piano. La verifica, effettuata dai tecnici, ha evidenziato che a determinare le interruzioni è stata l’attivazione di macchinari utilizzati stagionalmente, quali i condizionatori nel periodo estivo e le stufette elettriche in quello invernale. La decisione di intervenire è stata presa dalla giunta municipale, che ha approvato il progetto messo a punto dal settore lavori pubblici, al fine di normalizzare una situazione di emergenza. “Era diventato insostenibile il fatto che ogni giorno si registrassero fino a sei interruzioni di energia, che, di fatto, vanificavano il lavoro di diversi uffici amministrativi”   spiega l’assessore all’innovazione tecnologica, Francesco Fratellini, che, insieme all’assessore ai lavori pubblici, Marcello Mantovani, ha dato il via alla procedura per la realizzazione di un progetto che garantisca la normale erogazione di energia a tutti gli uffici amministrativi del palazzo comunale. I lavori per la realizzazione del nuovo impianto supplementare sono iniziati ieri; il progetto, in corso di esecuzione, prevede, in modo particolare, la realizzazione di un impianto supplementare per l’alimentazione dei condizionatori e delle stufette, in modo che il loro funzionamento non interferisca con l’impianto generale. I lavori del nuovo impianto saranno portati a termine nel giro di pochissimi giorni.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (7)

  • Giusto fare le riparazioni per assicurare l’efficienza delle istituzioni…sommessamente (ma mica tanto) segnalo che ad Ospedalicchio, al minimo acquazzone, rimaniamo senza pubblica illuminazione (la rima è involontaria).
    A quando il primo segnale di efficienza della nuova amministrazione?

  • Ma i lavori di restauro effettuati circa un anno fa hanno dato questo frutto … quello di rimetterci le mani ? Ma il progettista era sempre lo stesso delle rotonde ? Cioè Paperoga cugino di paperino ? …. Non ci potevano pensare prima !!!

  • Ma come si fa ad aspettare quattro anni? Quando hanno comperato i condizionatori, non sapevano che andavano a corrente?

  • è troppo difficile pensare (per qualcuno)…….

  • L’abbassamento delle temperature risolverà il problema, almeno per questo inverno.

  • X Alessandro: il problema è risolto indipendentemente dalla temperatura perchè l’impianto supplementare è stato fatto in pochi giorni anche se qualcuno ha aspettato 4 anni.
    Adesso le interruzioni di energia non ci saranno più

  • Caro pippo per qualcuno rimandare i problemi è la cosa più semplice come era semplice spendere i nostri soldi per comprare i condizionatori e poi lasciarli spenti perchè nonostante il comune sia stato ristrutturato qualche anno fà qualche genio non aveva calcolato che l’ impianto non andava bene…. ma tanto tornava l ‘nverno tutti gl’ anni chi se ne frega se per tre mesi estivi salta la corrente 6 o7 volte al giorno perdendo i dati sul computer….. per foryna che l’ amministraione è cambiata…… fratellini for president

comments (7)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.