Ad Assisi clima teso sull’edizione Calendimaggio Bastia, rebus sull’assemblea che elegge il presidente
Contestazione Il rione Moncioveta avrebbe contestato le modalità con cui sarebbe stato convocato l’organismo
ASSISI- Il Calendimaggio di Assisi e il Palio de San Michele di Bastia sembrano uniti da due strani destini: in entrambe le manifestazioni tensioni e veleni sembrano essere all’ordine del giorno. Lotte intestine e sgambetti fanno da corollario alle due feste che rappresentano da sempre l’identità di due città situate a pochi chilometri di distanza.
Partiamo da Bastia. Da queste parti sono diversi giorni che sta tenendo banco la questione dell’elezione del nuovo presidente e del coordinatore dell’Ente Palio: tanti giochi di sponda, voci e sussurri. Pochi giorni fa avevano ufficializzato la candidatura a presidente Marco Gnavolini e Gianluca Petrini per il ruolo di coordinatore. Il primo del rione Sant’Angelo e il secondo del rione Moncioveta: la votazione per il rinnovo delle due cariche di vertice si sarebbe dovuta tenere nell’assemblea dell’Ente. E qui arriva il primo inciampo: l’assemblea, fissata per ieri sera, è stata rinviata a data da destinarsi. Il motivo? Ufficialmente, tutti tengono le bocche cucite ma da più parti si sottolinea la bagarre che si sarebbe venuta a creare sull’elezione del presidente. Tanto, almeno così sembra, che il rione Moncioveta avrebbe spinto per il rinvio dell’assemblea (contestando la modalità di convocazione) e che lo stesso Petrini avrebbe deciso di non candidarsi più al ruolo di coordinatore. Insomma, grande confusione, mentre sullo sfondo si parla di candidature alternative alla presidenza che però per il momento non sembrano essere state presentate. Va ricordato che l’assemblea che elegge presidente e coordinatore è formata da cinquantadue membri, così suddivisi: quaranta delegati dei rioni (Moncioveta, Sant’Angelo, San Rocco e Portella), i quattro capitani, due esponenti della Pro loco, tre consiglieri comunali, un delegato del sindaco, un rappresentante della Regione e uno della parrocchia. Questo il quadro, ma al momento sembra regnare l’incertezza più assoluta.
Clima tutt’altro che idilliaco anche dalle parti del Calendimaggio di Assisi: dopo lo scontro furibondo andato in scena tra l’Ente e la Parte de Sotto sui rimborsi e la modalità di gestione della taverna, tutto è rientrato. La Parte de Sotto ha detto esplicitamente che parteciperà alla prossima edizione del Calendimaggio (il 3, 4 e 5 maggio) ma che immediatamente dopo tornerà a chiedere chiarimenti sulla conduzione dell’Ente e soprattutto il cambio del presidente Rita Pennacchi. Richiesta questa avanzata anche nelle scorse settimane, quando la polemica aveva toccato il suo apice e la Parte de Sotto aveva minacciato di disertare la festa. Clima infuocato e manovre di corridoio: si vedrà se nei prossimi giorni tornerà il sereno sul cielo del Calendimaggio e del Palio de San Michele. Per il momento prevale lo scetticismo.
di LUCIO FONTANA

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (26)

  • COME AL SOLITO ALCUNI COMPAGNI INCURANTI DEL BENE DEL PALIO LA BUTTANO IN POLITICA RISCCHIANDO DI DANNEGGIARE PER SEMPRE LA FESTA CHE SI APPRESTA A CELEBRARE L’EDIZIONE N 50. IL PRESIDENTE DELL’ENTE DEVE ESSERE PERSONA DAL PASSATO SPECCHIATO E SENZA DUBBI O OMBRE SULLA PROPRIA ONESTA’.
    FUORI LA POLITICA DALLA FESTA!!!!!!!!!!!!!!

  • Ieri sera si è assistito alla messa in scena più grossa di una sfilata da 10 punti!!
    Il capitano moncioveta sembrava esser sceso dalla luna…lui non sapeva nulla dei marpioni della sx che hanno sempre usato il palio per fini politici…cari miei siete giunti al capolinea…tre rioni che amano la festa contro quattro “finti”BASTIOLI che han perso il potere!!
    A CASA GRAZIE!!

  • Il capitano di Moncioveta strumentalizzato da i soliti marpioni della vecchia politica sinistroide … i quali non hanno avuto nenache il coraggio di presentarsi all’assemblea !!! Vergognatevi … voi non amate nè Bastia, nè il vostro rione … ma solo voi stessi !!!

  • Scusate se faccio l’antipatico, ma l’avevo detto !!!
    Me pareva strano che Zeppavagone & Company non facessero alcuna mossa …
    La politica nella festa ce l’hanno sempre voluta mettere: Moscone, l’Omone, L’ucellaio, l’Architetta, L’Architetto ecc. ecc. ecc.

  • UNO: Moncioveta è un organismo democratico e malgrado le decisioni del capitano, in sede di riunione rionale, ha deciso di rispettare e far rispettare l’articolo 25 dello statuto.
    Capiamo che la democrazia e le regole sono cose che non vi appartengono, ma se vogliamo farne a meno basta stracciare lo statuto e tutto potrà essere fatto a tarallucci e vino.
    DUE: Parlate di politica nella festa, e di determinati personaggi che manovrano ma sembra che queste persone che la festa la vivono da 40 dei suoi 50 anni hanno contattato gente come: Panzolini Diego, Brunelli Daniela, Bagnetti Cristina, e sinceramente non mi sembrano il massimo dell’espressione della sinistra, quindi forse si muovono per il bene della festa al contrario di voi che vedete spettri ovunque e rimpastate sempre la stessa manfrina da 6/7 anni… che sega!!!
    TRE: La politica nella festa entra in maniera preponderante con quest’unica candidatura, visto che viene presentato un presidente, fondatore non più tardi di tre mesi fa, di casapound a bastia, noto movimento neofascista attivo politicamente e chi era a 25…

  • Vorrei continuare e concludere il discorso del COMPAGNO UCCELAIO.

    TRE: La politica nella festa entra in maniera preponderante con quest’unica candidatura, visto che viene presentato un presidente, fondatore non più tardi di tre mesi fa, di casapound a bastia, noto movimento neofascista attivo politicamente e chi era a 25 aprile sa anche chi dei nostri politici locali era a presenziare l’inaugurazione, oltre naturalmente a decine di poliziotti e carabinieri.
    COMUNQUE SE I SUPER MEGA CAZZONI IPER PURI DALL’INDISCUTIBILE PETIGREE BASTIOLO, VERO, DOC PDF E HTML HANNO DECISO COSI’, moscone, l’gigio, mister ciliegia, l’ex uccellaio e compagnia belLA VI DICE GNAVOLINI FOR EVER!!!

    • Fai come la volpe che non arriva all’uva … visto che non hai scampo abbracci la tesi degli altri … tra la lista dei contattati forse ne hai dimenticato uno … e bello grosso !!!

  • Mister Ciliegia e l'Uccelaio

    Qui nessuno abbraccia nulla, non è che sta roba da da magna da qualcuno…
    Come per il governo, locale e nazzionale, il tempo e galantuomo!!!
    Vedremo come andranno le cose e non per discorsi politici ma di festa e basta.
    PS Quello bello grosso era un “ma allora è meio” nessuno glie lo ha chiesto materialmente e dubito che l’avrebbe rifatto.

    Chiuso il discorso e buon cinquantesimo a tutti.

  • Non mi nascondo dietro nessun nome di fantasia, questo per i vari mister ciliegi e/o uccellaio matto, attenzione a fare certe dichiarazioni, il sottoscritto non ha mai fondato, non ha mai aderito e non e’ mai stato membro e non appartiene a nessun organismo come dite voi “Casapound” basta guardare e richiedere gli elenchi o lliste degli iscritti o fondatori e comunque dopo questa cosa mi riservo di difendermi nelle adeguate sedi e nei modi opportuni secondo legge.

  • Vorrei ricordare a tutti, pur non essendo il moderatore, che ognuno risponde civilmente e panalmente delle proprie affermazioni.
    Pur non firmandoci con nome e cognome, l’amministratore del sito ha il nostro IP che è l’equivalente del nostro indirizzo di casa.
    Prima di sparare ad alzo zero collegate i neuroni.
    P.S.
    Anche un ripassino di italiano non sarebbe male !

  • Dio mio come si scalda il clima … dopo decenni di comunisti al potere, a chi l’Ente palio?!! A noi !!! Mi sembra giusto !! e ci può stare che qualcuno concepisca un disegno ” dal capo oscuro” (e non fraintendete) per riportare tutto allo status quo..presto però prima che si estingua la razza dei bastioli con il pedigree si estingua…auguri un bastiolo senza il pedigree ( per fortuna)

  • Caro Marco
    che tu voglia smarcarti dalla tua fede politica è una novità, che lo voglia fare in sede legale ancora di più, credo che sia sufficiente che tu affermi di non fare parte di casapound per chiudere il discorso, ma se ritieni di agire legalmente fai pure, del resto sei stato accostato ad una associazione di promozione sociale regolarmente costituita e riconosciuta e non alle BR o alla Mafia, quindi non vedo l’elemento diffamatorio o offensivo.
    Di certo all’inaugurazione della sede c’eri, ci siamo visti e salutati quindi, tutto questo schifo che ti fa casapound oggi non capisco da deve venga.
    Caro Rambaldo anche il tuo IP e quello degli altri che fanno insinuazioni e accuse ben più pesanti attraverso soprannomi ben riconducibili, è registrato, quindi prima di intimare agli altri di accendere i neuroni, attiva i tuoi, vorrei ricordare che anche l’amministratore è legalmente coinvolto visto che il blog è moderato.
    Arrivederci tutti in tribunale e Buon Palio a tutti.

  • Caro bastiolo giudeo,
    ti sbugiardo subito: io non mi smarco da nessuna fede politica come non ho mai fatto ed e’ nota a tutti, come e’ nota a tutti la mia lealta’da questo punto di vista ed l’essere idealista cosa che mi ha penalizzato nella mia vita ma questa e’ cosa mia, per l’inaugurazione NON ero presente NON ho salutato alcuna persona perche’ ribadisco NON c’ero e se tu dici il contrario prima ti classifichi con nome e cognome (se non hai nulla da nascondere) poi vediamo la falsita’ delle tue affermazioni, a questo punto andate dai responsabili di tale associazione, richiedete elenchi e liste e fptografie di detta inaugurazione e la testimonianza dei presenti poi si discutera’ sulle dichiarazioni false tendenziose e mendaci che possano distarbare la mia persona nelle adeguate sedi.

  • Vorrei far presente al discendente di Giuda che il sottoscritto non ha dileggiato nè tantomeno diffamato nessuno, anzi, se c’è qualcuno che in questo tread non ha alzato i toni sono proprio io !
    Ti chiedo scusa se ti ho turbato chiedendo di accendere i neuroni … probabilmente non potevi … è necessario averne!
    PASSO E CHIUDO

  • ANCORA STEMO A DESTRA E SINISTRA DI QUI… GIM BENE…..

  • Caro Marco non ti far tirare in mezzo a discussioni o polemiche che sono ridicole con l’ unico scopo di farti innervosire, lascia perdere le chiacchiere e concentrati sulla tua candidatura e per eventuali idee per rinnovare sta festa!!!! lascia le chiacchiere a chi altro non ha.

  • Grazie per la solidarieta’e per tutti i messaggi disinteressati che mi sono arrivati da tantissime persone…io ho solo fatto il mio dovere da rionale come sempre prima si lavora dai carri per realizzare la sfilata, poi si va in cucina, per come concepisco io il rione fuori da demagogie e luoghi comuni e come luogo dove devono essere abbuttuti pregiudizi dove non esistono differenze ne’ di religione, politica, colore della pelle o ceto sociale anzi e’ dove impari insieme agli altri a gioire e soffrire per il solo frutto della nostra creativita’ ed impegno….a me piace la festa e basta….e poi chi mi e’ stato vicino in questi anni di rione sa il mio puro attaccamento alla festa e non mi sono mai permesso di parlare di politica o strumentalizzare i miei discorsi che hanno solo riguardato la festa. Mi dispiace per quelle persone che non riescono a vedere lontano dal loro naso e che strumentalizzano ogni cosa (poveri loro) ….!!!!! Sono solo amareggiato da tanta polemica inutile per il bene della nostra festa, spero con l’aiuto di tutti di poter ripagare tanta fiducia.

  • Rambaldo tu che hai i neuroni DOC falli funzionare anche a ritroso, altro che non hai contribuito ad alzare i toni.
    Dal tuo post del 21 aprile:
    “Scusate se faccio l’antipatico, ma l’avevo detto !!!
    Me pareva strano che Zeppavagone & Company non facessero alcuna mossa …
    La politica nella festa ce l’hanno sempre voluta mettere: Moscone, l’Omone, L’ucellaio, l’Architetta, L’Architetto ecc. ecc. ecc.”
    TU COME GLI ALTRI RICOLMO DI PARANOIE E FANTASMI DI CUI NON RIUSCITE A LIBERARVI, SCOMMETTO CHE SE LA MATTINA IL BARISTA SBADATAMENTE VI ROVESCIA IL CAPPUCCINO ADDOSSO PER ASSOCIAZIONE MENTALE PENSATE A QUALCHE COMPLOTTO DI ZEPPAVAGONE E COMPANY.
    ESPONETEVI, PRESENTATEVI E FATE, ALTRIMENTI è FACILE STARE QUI A SCRIVERE.
    SA C’è IL MERITO VIENE RICOMPENSATO AL DI LA DEI COLORI POLITICI.

  • Caro Marco in onor del vero smentisco di averti visto e salutato all’inaugurazione di CP. Questo luogo è così, non vedi il veleno gratuito contro tutti che si sparge? Quanta verità pensi che ci sia? NESSUNA! Comunque voglio permettermi di darti qualche consiglio:
    1)Prima di preoccuparti della tua posizione, analizzando i post dovresti difendere e ringraziare, se non il capitano, il rione Moncioveta che è il rione che ti permetterà di essere eletto da una assemblea incontestabile e secondo statuto che per l’ente è come la costituzione per l’Italia
    2)Ti sei esposto quindi da adesso in poi te ne diranno di tutti i colori e che farai quando sotto il palco tre rioni ti insulteranno a morte e magari c’è anche il tuo? Cavi il mitra? Rilassati e incomincia a guardare le cose con distacco altrimenti ti avveleni il fegato e fai un disastro, questo non è il rione un presidente che non risolve ma minaccia non piace a nessuno.
    Avrei tanto altro da dirti ma lo spazio è poco e in più me so proprio rotto i coioni quello che volevo sape l’ho saputo
    In bocca al lupo e buon lavoro

  • Caro discendente della stirpe di Giuda, vorrei renderti edotto sul fatto che quando il sottoscritto era ancora imberbe, già aiutava i “vecchi” del rione a fare la teverna … se non lo sai, la taverna, non era quella che si intende ora, dove si mangia per capirci, ma era un’altra cosa purtroppo scomparsa.
    Il mio contributo concreto ed in prima persona l’ho sempre dato, sia per la Festa che per la comunità, non avendo complessi mentali non credo di dover spiegare al primo che passa chi sono e cosa ho fatto nella mia vita.
    Se quando il buon Dio distribuiva i neuroni … tu eri al bagno non è un mio problema.
    P.S.
    Se ti sei rotto, anche questo è un tuo problema !

  • Volevo entrare in questa discussione per sottolineare solo alcune cose, premettendo che non sono di Moncioveta e che a me interessa solo il Palio de san Michele. La prima cosa è che se qualcuno ha appoggiato la candidatura di Diego è perchè forse lo credeva a suo avviso più indicato, ma dal momento che questa non è passata ben venga Gnavolini, che avrà tutto il tempo per dimostrare di fare bene. La seconda cosa che va sottolineata che quello che Moncioveta ha fatto va anche nell’interesse dello stesso gnavolini, visto che un’elezione giovedì scorso sarebbe stata illegale ed impugnabile, visto che nessuno accordo tra i capitani può spazzare un articolo dello Statuto e proprio su questo c’è da riflettere, come il Pres. uscente e i 4 capitani possano avere preso una decisione del genere. Chiudo augurando a Gnavolini che poco conosco di fare bene e di farci vivere un buon Cinquantesimo e che possa quindi smentire tutte le diffidenze. P.S. secondo me la politica nella Festa la vede solo chi la festa non la vive pienamente o ha le turbe mentali.

  • C’è chi dice agli altri che non hanno i neuroni a posto, e non controlla i suoi, chi parla di politica nel palio e non sa che la politica è un arte nobile che in Italia poche volte si è praticata,c’è chi parla di bene del Palio ma non c’è nessuno che dice che una candidatura per il bene del palio va prima discussa nelle sedi competenti come dice qualcuno e non imposta forse per il bene del palio qualcuno farebbe meglio a ritirarla!! Perchè chi mal comincia???

  • Caro Graziano, credo che sia saggio ed onesto anziché suggerire di ritirarsi a chi ha voluto offrire la propria disponibilità, proporre una candidatura alternativa. Per dire no a qualcuno bisogna proporre un alternativa non credi?
    Troppo facile dire no e basta.

  • lA FESTA NACQUE BEN 50 ANNI FA SENZA NESSUNA IDENTITA’,
    INFLUENZA POLITICA TUTT’ALTRO, SE DI POLITICA INTENDIAMO IL GOVERNO DELLA SINISTRA. QUANDO DAI GRANDI STORICI DEL PALIO IL TESTIMONE PASSO’ AI GIOVANI CHE COMINCIAVANO AD AVERE QUALCHE IDEA, FORTUNATAMENTE PER LORO( AVEVANO TESE LE ORECCHIE VERSO QUELLO CHE ACCADEVA NEL MONDO, IN ITALIA),E A GOVERNARE ERANO I COSIDDETTI COMUNISTI, MI RICORDO CHE DELLA FESTA, DEL PALIO E DELLE SUE PROSPETTIVE POCO IMPORTAVA AI GOVERNANTI. MOLTE INTELLIGENZE, VERE INTELLIGENZE, QUELLE CHE ANCHE OGGI POSSIAMO DEFINIRE TALI, HANNO PASSATO NOTTI GIORNI E SENZA NESSUN RENDICONTO, POLITICO, BUROCRATICO, PERSONALE, A CREARE A PROGETTARE A DONARE A NOI POVERI BASTIOLI UNO SPETTACOLO DI CUI OGNI ANNO VEDEVAMO LA CONDIVISIONE, IL LAVORO COMUNE, LA COMPETIZIONE, LA MAGIA.QUANDO I GOVERNANTI SI SONO ACCORTI DI QUESTA CREATURA CRESCIUTA BENE, LORO MALGRADO,HANNO, COPIANDO QUELLO CHE DA LI’ IN POI AVREBBERO FATTO TUTTI I POLITICI, LOGICA BIPARTISAN, CREATO MOLTA CONFUSIONE, NOMINE ,PASTICCI DI BILANCIO E NON SI SONO PREOCCUPATI DI LASCIARE CHE LA…

  • non hanno lasciato che LA FANTASIA, LA CREATIVITA’, L’IRONIA, LA CULTURA, FOSSERO I VERI PROTAGONISTI DA CONSERVARE E TRAMANDARE AI GIOVANI. ASSISTIAMO AD UN DIBATTITO, PER L’ELEZIONE DEL PRESIDENTE, CHE OLTRE NELLA FORMA, SI PRESENTA POCO CHIARO E SENZA UNA VERA SOSTANZA NEL CONTENUTO.CON CORAGGIO MOLTE COSE VANNO RIPENSATE E CAMBIATE,CONSERVANDO, RIPETO, QUELLE FONDAMENTALI.E QUESTO E’ IL LAVORO PIU’DIFFICILE, NON LA NOMINA DI UN NUOVO PRESIDENTE.
    BUONA FORTUNA

comments (26)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.