Oltre 230 espositori a Bastia Umbra. A Todi prendono la scena i fiori Enogastronomia nostrana a Gualdo Cattaneo con Porchettiamo

Gran finale domenica sera per la sagra della torta al testo a San Valentino della Collina (Perugia). I protagonisti saranno la buona cucina e la musica. Tutte le sere si potranno gustare antipasti misti, penne alla norcina, patatine fritte, hamburger, torta al testo farcita, barbozzo, bistecche e puntarelle. Ogni sera dalla cucina lo chef proporrà i piatti del giorno. Inoltre per i più giovani ci sarà lo cherry pub dove suoneranno le giovani band.
Tutto pronto per la mostra scambio auto e moto d’epoca, in programma a Umbriafiere di Bastia Umbra domani e domenica. Oltre 230 gli espositori presenti e provenienti da tutta Italia, per una manifestazione diventata un appuntamento fisso per tutti gli appassionati: negli oltre 15 mila metri quadrati dell’esposizione sarà possibile trovare auto, moto e ricambi d’epoca. Moltissimi anche i club e le scuderie presenti, a conferma che l’evento di Bastia Umbra sia una delle manifestazioni del settore più qualificate del Paese. Visitabile domani dalle 8 alle 19 e domenica dalle 8 alle 18, la fiera è come sempre dedicata a tutti coloro che hanno una passione verso queste auto e moto d’epoca, che sono gelosamente custodite dai proprietari che le mostrano solo in pochissime occasioni speciali. Appassionati ed esperti che a Umbriafiere possono trovare in un luogo unico ricambi particolari e rare curiosità inerenti le auto, le moto, l’automobilia e l’oggettistica di una volta.Tutta merce che non si trova più nei punti vendita abituali. Come ogni anno, la mostra sarà poi dedicata a un tema specifico: in questa edizione si darà spazio allo stile italiano con Fiat e Lancia, e in particolar modo verrà festeggiato anche il “compleanno” della Fiat 600 multipla. Non mancheranno poi le curiosità, dai fari al carburo alle biciclette da fabbro o spazzacamino di cento anni fa, dai giornali di oltre sessanta anni fa ai manuali originali per tantissimi tipi di auto, dalle mitiche motociclette italiane di una volta ai simpaticissimi sidecar moto con appendice per il terzo passeggero.Torna domani e domenica l’appuntamento con Buon giorno ceramica, evento che ha fatto dell’arte del modellare, cuocere e dipingere, il più gioioso e colorato weekend di primavera, è un viaggio, ideale ma non solo,attraverso l’Italia del fatto a mano, delle botteghe d’arte e degli atelier d’artista, della creatività che rinnova la tradizione, degli anziani maestri e dei giovani designer a confronto. Le città protagoniste dell’Umbria saranno Deruta, Gubbio, Gualdo Tadino e Orvieto.Un viaggio che tocca piccoli centri storici e città d’arte, coinvolge laboratori e musei, schiude le porte delle gallerie contemporanee e apre i palazzi, scende in piazza e sfila per le strade arrivando fino al mare Si fa shopping di pezzi unici, si assaporano ricette di tradizione servite su stoviglie fatte a mano, si apprende l’uso del tornio. Le iniziative in programma, in continuo aggiornamento, sono consultabili nel sito.Fino a domenica sera a San Terenziano di Gualdo Cattaneo l’appuntamento è con Porchettiamo, una delle manifestazioni enogastronomiche più rappresentative del centro Italia e non solo. Un progetto originale, profondamente radicato nel tessuto storico-culturale dei luoghi in cui si trova e di quelli che evoca attraverso il cibo, nato in tempi non sospetti, quando il fenomeno era tutt’altro che trendy. Non è un caso infatti che l’evento sia diventato così popolare e che, a distanza di undici anni dal suo avvio, resista in una dimensione di grande spontaneità e sia percepito come genuino, popolare, mai forzato e sempre attento a chi lo frequenta.L’amore della gente è il grande successo della manifestazione, la sua essenza e la sua stessa ragione di vita. Organizzatori, partecipanti affezionati e visitatori occasionali, produttori, abitanti del territorio si uniscono in un moto vorticoso, colorato e divertente che crea sinergie e contaminazioni. Oggi però il cibo di strada rischia di essere soffocato dal suo stesso successo. Imperversano manifestazioni legate al mangiare all’aperto un po’ ovunque, ma poche sembrano rispettare lo spirito più genuino dello street food, che innanzitutto deve avere un animo popolare, autentico, saldamente ancorato alle tradizioni dei territori e delle genti. Non basta mangiare una cosa qualsiasi per strada per vivere un’esperienza appagante. In questa undicesima edizione Porchettiamo farà vivere la porchetta come sintesi del cibo di strada, essenza e sublimazione della storia gastronomica del Paese. Ovviamente ci sarà l’angolo Porchettiamo&Friends.
Taglio del nastro oggi per Todi Fiorita. Arrivata alla XII edizione la manifestazione che animerà Todi fino a domenica si rinnova. Nuovi spazi sono dedicati a curiosi e appassionati del mondo florovivaistico che possono soddisfare la propria sete di conoscenza attraverso un blog ricco di articoli e notizie del mondo “green”. Tra le novità di questa edizione rientrano workshop, incontri e laboratori confezionati su misura per i visitatori dell’evento. Lo scopo è quello di coinvolgere, stimolare e ispirare grandi e piccini, studenti e curiosi, fornendo a ciascuno l’occasione di avvicinarsi ad uno stile di vita sostenibile.
Ci sarà tempo fino al 26 maggio per fare un salto al la festa della Madonna Nostra Signora di Fatima a Gabelletta di Terni. I protagonisti saranno serate danzanti, sfilate, esibizioni e spettacoli live. Nello stand gastronomico, aperto dalle 19.30, si potranno gustare piatti tipici della tradizione umbra, tra cui bruschette, coratella, antipastone della cabela, ciriole alla ternana o norcina, polenta al sugo rosso (funghi, salsiccia), gnocchi al castrato, tris di primi (ciriole, gnocchi, polenta), grigliata mista (braciola di maiale, salsiccia, agnello), agnello alla brace, hamburger, spiedino di fegatelli, stinco con patate, supplì, pissa sotto il fuoco farcita.
Casteltodino (Terni) fino al 26 maggio ospiterà la festa di primavera . Musica, spettacoli e buona cucina i protagonisti della rassegna. Nella taverna, aperta dalle 19.30 si potranno gustare specialità tipiche del territorio in particolare oca arrosto e pizza alla casteltodinese.
a cura di Simona Maggi

203 Visite totali, 1 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.