Foto Fabio Marconi

BASTIA UMBRA – LA NUOVA forma di Palio Open, quest’anno dedicato ai ‘writer’, è stata costruita con convinzione ma anche qualche perplessità di chi temeva lo snaturamento dell’evento. L’esito è stato un vero successo. La giornata di preparazione al Palio di settembre si conferma un appuntamento di grande partecipazione popolare. Nei mesi scorsi a caldeggiare l’iniziativa era stata l’assessore Paola Lungarotti che ha presentato l’evento cinque giorni fa come sindaco. La Giornata incentrata sulla Street Art, definita «Sana Competizione», ha visto l’arrivo da tutta Italia di 22 writer che hanno dipinto il muro di recinsione delle stadio. La competizione ha visto i graffitari dividersi in quattro gruppi per entrare in altrettante squadre, di cui ciascuna legata ai singoli Rioni: Moncioveta, Portella S Angelo e S. Rocco. Neanche i due acquazzoni hanno messo in crisi la manifestazione. Anzi, la rinfrescata ha ridato slancio ai partecipanti. «NON È STATA una sorpresa – ha commentato il sindaco Paola Lungarotti -, perché mi aspettavo una risposta positiva. Tuttavia, l’entusiasmo dei partecipanti è stato un motivo in più di soddisfazione a coronamento del successo. Avevo pensato alla possibilità di dare continuità all’iniziativa e la richiesta della società di calcio, che gestisce il campo sportivo rinnovato di Ospedalicchio, mi ha dato l’opportunità di indicare in Ospedalicchio la prossima sede dei writer e della competizione. I Murales sono una forma di espressione valida e anche utile come elemento di arredo dello stadio comunale». Pienamente soddisfatta anche la presidente dell’Ente Palio Federica Moretti constatando che il successo della «Sana Competizione» ha anche superato gli esiti soddisfacenti del Palio Open. m.s

453 Visite totali, nessuna visita odierna

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.