BASTIA UMBRA – IL CONSIGLIO ha respinto le osservazioni presentate sul piano di recupero urbanistico dell’area ‘Piazza del Mercato’ e ha approvato il progetto. Si tratta del terzo piano presentato nel corso degli ultimi 9 anni. Tra le aree di recupero del centro questa è la più antica e progettata per la prima volta quasi 40 anni fa con un piano presentato nei primi anni ’80 dal compianto architetto Leoncilli su incarico del Comune. Quel piano era molto diverso dall’attuale e prevedeva insediamenti anche su piazza del Mercato. Il progetto attuale invece mantiene la piazza (10mila mq) che viene riqualificata con la realizzazione di edifici a destinazione commerciale lungo via IV Novembre e ripavimentata. Non sarà più un parcheggio, ma i posti auto saranno più degli attuali. «E’ UN PIANO di primaria importanza – rileva il sindaco Paola Lungarotti – che rappresenterà una concreta riqualificazione del centro urbano. Nell’ex mattatoio, di proprietà comunale e inutilizzato se non come deposito da 50 anni, sarà realizzato il centro Cultura e la nuova sede della biblioteca. La piazza ripavimentata sarà un luogo di attrazione, in continuità con la centrale piazza Mazzini». In una lettera aperta il movimento ‘Bastia per Te’ ha ipotizzato che la stipula della convenzione urbanistica con l’attuale proponente non sia possibile in quanto un terreno dell’area sarebbe ipotecato da un istituto bancario. «Un dubbio che non ha alcun riscontro, secondo i nostri esperti – spiega il sindaco –. Avrà una risposta concreta al momento della stipula della convenzione, che sarà firmata dal funzionario comunale responsabile dell’urbanistica. La convenzione, infatti, dovrà avere tutte le garanzie di copertura finanziaria degli interventi progettati e a tutela del pubblico interesse». m.s.

190 Visite totali, 3 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.