Serie D Pesa la beffa a Grosseto. Mister Ortolani: «La sorte non ci assiste» Bastia Umbra LA CLASSIFICA non si muove. Il Bastia è ritornato dalla trasferta a Grosseto con un misero bottino, un’altra sconfitta che però non è uguale alle precedenti. L’unica rete della capolista è arrivata in zona Cesarini, quando tutti davano per scontato il risultato di parità. Il primo a rendersi conto del notevole passo avanti della squadra è il presidente biancorosso Sandro Mammoli: «Al termine della partita sono andato negli spogliatoi per congratularmi con i ragazzi e con il tecnico. Non è un atteggiamento strumentale, ma la conseguenza del lavoro del tecnico e dell’impegno della squadra che in sette giorni hanno cambiato atteggiamento: da remissivo a determinato. Una settimana fa la sconfitta in casa con il Foligno mi aveva irritato e profondamente preoccupato. Sentimenti che ho comunicato alla squadra per avvertirli che era impossibile continuare in quel modo. A Grosseto il tecnico dei toscani Magrini mi ha chiesto che cosa era cambiato nel Bastia che è apparso a lui una compagine che sta bene in campo. Sono motivazioni serie che suscitano in me concrete speranze». I tifosi che erano a Grosseto sono delusi del risultato, ma non della prestazione. «Una bella gara del Bastia – ha commentato Gianluca Ridolfi – che, nonostante la sconfitta all’ultimo minuto, ha fatto una bella figura». DELUSO mister Gianpiero Ortolani che si è detto orgoglioso della prestazione della sua squadra. «La sorte, purtroppo, non ci assiste – ha detto commentando l’esito della gara -. Oltre alla sconfitta dobbiamo subire le conseguenze dell’infortunio del centrocampista Gori e della squalifica di Bokoko. Mi auguro che gli accertamenti sanitari sulle condizioni di Gori, ora con le stampelle, non siano troppo negativi». m.s.

77 Visite totali, nessuna visita odierna

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.