Tante proposte per grandi e piccoli nel fine settimana tra Perugia, Torgiano, Bastia Umbra, Foligno e Terni

Tornano domani e domenica le “Giornate Fai d’autunno”. Per l’occasione saranno accessibili ai visitatori luoghi inaccessibili o poco valorizzati. In Umbria per esempio si apriranno le porte di Macerino, borgo collinare al centro del territorio dei monti Martani. A Perugia si potranno visitare due storiche aziende, la Perugina e la Luisa Spagnoli, che unisce le origini storiche nel cuore della città. Per il programma completo consultare il sito https://www.fondoambiente.it/ilfai/grandi-campagne/giornate-fai-autunno/

Vivere un giorno da artista al museo del vino (Muvit) e  al  museo dell’olivo   e dell’olio (Moo) di Torgiano in occasione della Giornata nazionale delle famiglie al museo 2019 (Fa@Mu). È l’iniziativa della Fondazione Lungarotti, che domenica aderisce alla manifestazione con”C’era una volta al museo… il maestro d’arte, artisti per un giorno”, un appuntamento dedicato all’antica arte della pittura su ceramica. In programma, a partire dalle 15.30 una visita al Muvit e a seguire, presso il Moo, un laboratorio rivolto sia ai più grandi che ai più piccoli sotto la guida del Maestro d’arte Giorgia Tomassini, per scoprire i segreti della decorazione di uno dei materiali più importanti nella storia della cultura mediterranea. In conclusione, presso l’osteria del museo una merenda per i più piccoli, mentre per i più grandi un aperitivo con i vini delle cantine Lungarotti.

Al via da oggi a Umbriafiere di Bastia Umbra del Festival dell’Oriente. I vistatori fino a domenica sera potranno immergersi nelle  culture  e nelle tradizioni di un continente sconfinato. Mostre fotografiche, bazar, stand commerciali, gastronomia tipica, cerimonie tradizionali, spettacoli folklorisitici, medicine naturali, concerti, danze e arti marziali si alterneranno nelle numerose aree tematiche dedicate ai vari Paesi in un continuo ed avvincente susseguirsi di show, incontri, seminari ed esibizioni I visitatori potranno interagire e sperimentare gratuitamente decine di terapie tradizionali, visitare il settore dedicato alla salute e al benessere con i suoi padiglioni dedicati alle terapie olistiche le discipline bionaturali, lo yoga, ayurvedica, fiori di bach, theta healing, meditazione, spazio vegano, reiki, massaggi, ci kung, tai chi chuan, shiatsu, tuina, bio musica, rebirthing, integrazione posturale, e molte altre ancora. Chi lo vorrà potrà farsi trasportare nella magia dell’oriente: India, Cina, Giappone, Thailandia, Corea del Sud, Indonesia, Malesia ,Vietnam, Bangladesh, Mongolia, Nepal, Rajasthan, Sri Lanka, Birmania, Tibet e alti Paesi L’orario di apertura della rassegna è dalle 10.30 alle 22. Si alzerà oggi il sipario sulla  quinta  edizione di Foligno Libri. Fino a domenica sera Foligno ospiterà scrittori a cui si affiancheranno ricercatori, giornalisti e musicisti di respiro nazionale, che hanno trattato il tema con occhio critico e profondo. La quinta edizione della rassegna sarà dedicata all’ambiente e avrà come titolo “La luna e i falò: ambiente, umanità e prospettive”. FolignoLibri debutterà oggi con una dedica reading a Piero Fabbri, scrittore e giornalista spellano, appassionato difensore dei diritti umani e dell’ambiente: i suoi scritti saranno interpretati e musicati da Michele Bandini. Gli scrittori Bruno Arpaia e Fabio Ciconte presenteranno rispettivamente “Qualcosa là fuori” e “Il grande carrello. Chi decide cosa mangiamo”. Nei pomeriggi di domani e domenica, due tavole rotonde permetteranno al pubblico di approfondire due temi chiave sull’ambiente e che ci riguardano molto da vicino: lo smaltimento rifiuti, e lo stabilimento siderurgico dell’Ilva di Taranto. Come ogni anno FolignoLibri propone poi degli appuntamenti serali: quest’anno vi sarà Paola Barbato, autrice di  Dylan Dog, che presenterà il suo ultimo libro “Zoo” , Massimo Zamboni, musicista ed ex chitarrista dei CCCP e CSI, che si esibirà in un poetico reading musicato “Anime Galleggianti”, e Jacopo Fo chiuderà la rassegna con lo spettacolo “Ecologia, Follia e Dintorni”. Come nelle passate edizioni il festival si farà anche a scuola: gli studenti delle superiori (aula magna istituto tecnico tecnologico Da Vinci) avranno l’opportunità di discutere di ambiente, e riflettere sulle prospettive di un futuro tutto da (ri)costruire insieme a Francesco Panié (Terra Onlus). Presso le scuole medie invece (istituto comprensivo Galilei – Sant’Eraclio) si svolgerà il laboratorio “Abbracciare gli alberi” ideato e condotto da Valentina Valecchi, la quale condurrà anche un’altra proposta ludico-didattica “Come le Balene”, per bambini dai 4 anni in su, che costituisce la prima tappa del nuovo progetto per l’infanzia “In Punta di Piedi” a cura di Zut.

Taglio del nastro per la seconda edizione di Terni Falls Festival. Quest’anno ci saranno 10 giorni di iniziative – da oggi fino al 21 ottobre – fra Terni, Narni e la Valnerina, dedicate alla pittura di William Turner e alla poesia di Thomas Moore, a duecento anni dal loro passaggio alla Cascata delle Marmore nell’ambito del Grand Tour. Una mostra multimediale, performance artistiche e spettacoli tra cinema e teatro. In più work- shop di pittura e tanti altri eventi culturali con il coinvolgimento delle scuole ternane. Gli eventi – Fiore all’occhiello del festival è la mostra multimediale “Inside  William  Turner: the multimedia experience”, dell’agenzia Ackagi di Paul Harden e Grazia Genovese, che rappresenta una prima assoluta con le opere del celebre pittore inglese da vivere in un modo tutto nuovo e adatto anche ai più giovani. In calendario eventi con Silvia De Vecchi, dello Science Museum di Londra, e il professor Ian Campbell Ross del Trinity College di Dublino. In più la presenza degli studenti ternani, con l’appuntamento dedicato alla musica degli studenti del liceo Angeloni. Spazio anche alla performance artistica “The Sun is God”, con la psicologa Valeria Di Loreto, il filosofo Andrea Tortoreto, gli attori Luisa Borini e Cesare D’Arco, racconti del giornalista e scrittore Massimo Colonna e la pittura del maestro Igor Borozan, che sarà protagonista anche di  “Waterclor by Cascata”,  incontro di pittori professionisti en plein air al Belvedere delle Marmore. In più lo spettacolo tra cinema e teatro di Stefano de Majo, “Turner and Moore: abbacinante nera Cascata”, e le passeggiate guidate con Giuseppe Fortunati e Loretta Santini.

Pagina a cura di Simona Maggi


69 Visite totali, nessuna visita odierna

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.