La Giunta risponde al capogruppo della Lega e al consigliere migliorati

“Sembra alquanto strano che il capogruppo della Lega non ricordi i motivi per cui nel 2009 si decise di costruire la nuova scuola di XXV Aprile.

Sicuramente non a causa “dell’inidoneità statica del plesso di Bastiola”, visto che la decisione fu presa nel primo mandato Ansideri e le verifiche strutturali a Bastiola sono state affidate a novembre 2018 quando l’Assessore ai LLPP era Catia Degli Esposti che avrebbe anche dovuto prevedere la possibilità che le stesse dessero risultati problematici, cosa puntualmente avvenuta costringendoci a “correre” per risolvere il problema con l’ultimazione in fretta e furia almeno dell’edificio scolastico, nonostante le numerose rassicurazioni che la scuola, come da cronoprogramma, sarebbe stata consegnata entro maggio, tanto che si parlava che fosse il Sindaco Ansideri  ad inaugurarla.

Al di là delle cifre indicate per la spesa che sono inesatte, (il costo sarà € 4.651.591,35 e non 5.400.000,00) le criticità segnalate ci sono ben note e per risolverle abbiamo fatto un incontro l’8 ottobre u.s.  a cui hanno partecipato oltre a tutta la giunta e lo staff dei lavori Pubblici, il progettista, l’impresa esecutrice, il direttore dei lavori, il responsabile del cantiere. Nell’incontro l’Amministrazione, oltre a chiedere conto dello stato dei luoghi, ha preteso risposte certe e circostanziate e la consegna di un cronoprogramma dettagliato delle lavorazioni da ultimare e degli interventi necessari a risolvere le criticità e i disagi che si sono verificati.

Nel merito, si è riscontrato che le infiltrazioni provenivano da un pianerottolo che aveva una pendenza sbagliata e dal non completamento del montaggio degli infissi a cui mancavano i coprifili e alcune guarnizioni (lavorazioni ad oggi già fatte) oltre che dalla mancata copertura degli elementi tecnici sul tetto (sistemazione in corso). La messa in opera dei pannelli verticali della tettoia a protezione dell’ingresso (che erano stati forniti non conformi al contratto e quindi respinti), avverrà nel periodo che va dal 25 novembre al 7 dicembre.

La sistemazione esterna è prevista entro la fine dell’anno.

Stiano tranquilli i cittadini di Bastia, in particolar modo i genitori e i ragazzi che frequentano la scuola di XXV Aprile, l’Amministrazione svolge il suo compito con la determinazione e la volontà necessaria affinché i soldi pubblici non siano sprecati. Certo se ci fosse stata più attenzione all’andamento del cantiere da parte dell’assessore che a settembre 2018 poteva ben valutare che i lavori erano in ritardo per garantire la consegna come previsto dal contratto (giugno 2019), ci sarebbero stati minori problematiche nel dare risposta alla sopravvenuta emergenza causata dalle verifiche che lo stesso assessore aveva commissionato sul plesso di Bastiola.

In seguito a quelle verifiche è risultato che la primaria di Bastiola non era idonea dal punto di vista statico (quindi non più utilizzabile) e la materna adiacente  presentava un coefficiente di 0.1 che prudentemente ha indotto la giunta a trasferire anche quella assumendosene la responsabilità. Questa sopravvenuta emergenza pertanto è stata un elemento in più ma non certamente un elemento determinante per l’apertura del nuovo plesso che doveva comunque avvenire nell’anno scolastico in corso.

Noi invece di puntare il dito contro qualcuno, ci muoviamo con concretezza mettendo ogni soggetto coinvolto davanti alle proprie responsabilità, prima di tutto per risolvere i problemi, indipendentemente da chi li abbia causati, ben consapevoli che le responsabilità politiche competono a noi ma quelle tecniche competono ad ognuno per la sua parte, ed è proprio per questo che la riunione prima citata  ha fatto chiarezza e la ditta appaltatrice ha protocollato un cronoprogramma a disposizione di tutti i Consiglieri Comunali in cui riscontrare quanto affermato.  Se una cosa analoga fosse stata fatta anche a settembre 2018, magari la situazione odierna sarebbe stata sicuramente migliore, non ci sarebbero stati i disagi lamentati  e la scuola aperta completata anche nelle parti esterne”.

                                                                  Comunicato stampa dell’Amministrazione Comunale

Bastia Umbra, 15 Ottobre 2019                                       

613 Visite totali, nessuna visita odierna

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.