«FABRIZIO (nella foto) va cercato e va ritrovato!. Nessuno deve permettere che tu, scomparso dagli occhi, diventi scomparso dal cuore!». Sono le parole di Caterina Migliazza che esprime lo stato d’animo di una mamma, a nome del papà Ezio e del figlio Alessio, il dramma di una famiglia che si trova di fronte a una sparizione, di un figlio, Fabrizio Catalano, incomprensibile, senza spiegazioni. Parole che non lasciano dubbio: la ricerca continua, ora e sempre, E’ passato già un lustro da quando Fabrizio, giunto ad Assisi per un corso di musicoterapia, è svanito nel nulla; cinque anni fa, giusto di questi tempi, la mobilitazione era grande con ricerche, ‘battute’, manifestini ovunque con il volto del giovane di Collegno, svanito nel nulla. Da allora, nonostante le ricerche vane e le delusioni, la famiglia non ha mai mollato di un millimetro e ha bussato a tutte le porte. E’saltata la due giorni che lo scorso mese avrebbe riportato i familiari e gli amici nei luoghi dove Fabrizio,il 21 luglio 2005 ad Assisi , ha fatto perdere le sue tracce, ma l’accorata lettera aperta ‘ad un figlio scomparso dal cuore, non dal cuore’, – può essere letta sul sito internet www.fabriziocatalano.it – testimonia la forza e l’ostinazione della famiglia che continua la sua ricerca.
M.B.
Nazione-2010-08-10-Pag03

420 Visite totali, nessuna visita odierna

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.