Oggi allo «Spoletini» va in scena la sfida dei tanti ex. Ortolani: «Dobbiamo fare risultato per la classifica»

SERIE D Una partita diversa per tanti motivi. Il primo, il più semplice, se volete, è che si tratta di un derby. Il secondo è che dall’altra parte ci sono tanti ex. A partire dal tecnico Gianpiero Ortolani che, da direttore generale, insieme all’altro ex, il ds Mauro Cuppoloni, è stato protagonista della cavalcata del Cannara dalla Promozione al decimo posto in serie D. Ex anche in campo: Marco Bolletta sulla corsia mancina, Claudio Menchinella e Rocco Rondoni in mediana. Senza dimenticare il motivo più importante: la riapertura delle porte, con lo Spoletini che tornerà ad ospitare i tifosi dopo l’ok della Commissione di Vigilanza. Si torna insomma alla normalità per un CannaraBastia tutto da godere con fischio di inizio alle ore 14,30. Visto l’esito delle due gare a porte chiuse, però, con altrettante vittorie contro Foligno e Ponsacco, per la cabala… «No – sorride Antonio Alessandria – è importante riavere i nostri tifosi. A porte chiuse non è calcio. Siamo felici di poter contare sul sostegno dei nostri tifosi e sono sicuro che sarà una gran bella partita». Una sfida molto sentita, con un ex su tutti, in casa rossoblù, Dario Colombi. Proprio Colombi guiderà il centrocampo cannarese, con Alessandria che ritrova Del Sante dopo la squalifica. «E’ una gara che non dobbiamo sbagliare dopo il ko di Trestina – continua il tecnico – ma sono sicuro che i ragazzi faranno una gran partita». Cannara a quota 14, un punto sopra la zona playout. Bastia terzultimo a quota 12. Bastano questi numeri a far capire come non possa essere un derby qualsiasi. Qui Bastia Umbra. La classifica del Bastia è ancora difficile, ma non condiziona le speranze degli appassionati alla vigilia del derby a Cannara. Il comitato provinciale di vigilanza ha dato l’ok con la soddisfazione dei cannaresi, ma anche dei bastioli. Tifosi e sostenitori si sono mobilitati già da qualche giorno per essere presenti allo Spoletini di Cannara, distante da Bastia meno di 10 chilometri. «Siamo pronti a dare pieno sostegno alla squadra – ha dichiarato il supertifoso Paolo Siena – e utilizzeremo auto private; in complesso saremo almeno un centinaio insieme agli ultras muniti di tamburi». E’ derby vero con una forte rivalità, ma da sempre nel reciproco rispetto. La società del Bastia ha aderito alla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, che ricorre il 25 novembre. Sull’onda dell’entusiasmo anche il presidente Mammoli che ha chiesto alla squadra di puntare alla vittoria. Più moderato, invece, il tecnico Gianpiero Ortolani che valuta il derby come qualsiasi altra partita. «Dobbiamo fare punti – ha detto – per necessità di classifica e valutare con realismo questo impegno che arriva in un momento delicato del campionato. Oggi, 24/11/2019 2/2 tornano disponibili il difensore Marconi, che ha scontato la squalifica e gli infortunati Giglio e Russo». Il Bastia finora ha dimostrato di esprimersi meglio in trasferta, ma con il derby nulla è scontato. E’ probabile la conferma della formazione di domenica, con piccole modifiche. Cannara (3-5-2): Lori; Ricci, Filosa, Stramaccioni; Giorni, Curti, Colombi, Mercuri, Bagnolo; Del Sante, Bazzoffia. Bastia (3-5-2): Meniconi, Marconi, Bolletta, Menchinella, Briganti, Rondoni, Rosignoli, Taifour, Bokoko, Felici, Sylla. All. Gianpiero Ortolani. Nicola Agostini Massimo Stangoni

110 Visite totali, nessuna visita odierna

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.