Serie D Rossoblù ko nel derby allo Spoletini. L’undici di Ortolani si conferma squadra da trasferta

Serie D Rossoblù ko nel derby allo Spoletini. L’undici di Ortolani si conferma squadra da trasferta

di Francesco S. Miliani   – foto eccellenza calcio

CANNARA Il Bastia lascia per la prima volta le “sabbie mobili” playout, espugnando uno Spoletini gremito nel giorno della sua riapertura in un match senza esclusione di colpi. Alessandria propone il 3-5-2 con il ritorno di Del Sante accanto a Daniele Bazzoffia, modulo speculare per Ortolani, con Rosignoli e Bokoko larghi a supporto di Felici e Sylla. Gli ospiti hanno la chance per passare in avanti al 14′, quando Sylla viene abbattuto nell’area di rigore rossoblù: ci pensa però Lori a compiere il miracolo, battezzando l’angolo giusto sulla con clusione di Felici. Passano 14′ e le parti si invertono: Frustini lancia per Bazzoffia che può colpire a tu per tu con Meniconi ma viene atterrato; giocatori e pubblico reclamano il penalty, ma Molinaroli lascia giocare tra le copiose proteste. Al 33′ Lori viene ancora chiamato ancor agli straordinari salvando la rasoiata dal limite di Rondoni, mentre al 37′ a salvare il Cannara ci pensa lo stesso Sylla, che a porta vuota colpisce con il braccio destro e viene ammonito. Si riaprono le ostilità e il Bastia torna a farsi pericoloso: al 6′ a provarci è Taifour, che da due passi non riesce ad incornare in rete, 14′ dopo situazione analoga per il numero nove di casa Del Sante che sfiora soltanto il palo alla sinistra di Meniconi. Lo scontro sembra scendere di intensità e dare il tempo alle formazioni di studiarsi, ma alla mezz’ora prima Bolletta dall’area piccola, poi Felici di testa costringono un Lori in stato di grazia a tornare in azione.
Alessandria prova a cambiare le carte in tavola mandando in campo De Sanctis al posto di Bagnolo e per poco non riesce a trovare il vantaggio direttamente da calcio d’angolo, con Meniconi che si vede graziato dalla traversa. La guardia rossoblù sembra reggere, ma al 38′ arriva la doccia fredda: Stramaccioni controlla con il braccio e Molinaroli indica il dischetto; stavolta dagli undici metri si presenta Bolletta, che spiazza il portiere e trova il gol del vantaggio. Ortolani prova a difendere il vantaggio inserendo Boninsegni per Rosignoli e nel finale c’è pure spazio per l’esordio di Belloni, classe 2003 di ritorno dalla convocazione in Nazionale. Il direttore di gara concede 4′ di recupero, Alessandria tenta il tutto per tutto con Ubaldi, ma l’ultima conclusione del numero 18 dal limite sorvola la porta di Meniconi: 0-1 è il finale, con i tifosi ospiti che possono abbandonarsi ai festeggiamenti.

CANNARA 0 BASTIA 1

CANNARA (3-5-2): Lori 6.5; Ricci 6,Filosa 6, Stramaccioni 5; Giorni 6 (41′ st Ubaldi sv), Mercuri 6.5, Colombi 5.5, Bagnolo 6 (41′ st De Sanctis 6), Frustini 6.5; Bazzoffia 6.5, Del Sante 5.5. (A disp. Bazzucchi, Cerboni, Mennini, DCorrado, Camilletti, Dedja, Di Rocco). All. Alessandria 6.

BASTIA (3-5-2): Meniconi 6; Marconi 6.5, Briganti 6.5, Bolletta 7.5; Rosignoli6.5 (45′ Boninsegni sv), Rondoni 6, Taifour 6.5, Menchinella 6.5, Bokoko 6;Felici 5.5 (42′ st Rondoni 6), Sylla 6.5. (A disp. De Vincenzi, Russo, Berrettoni, Belloni, Convito, Corriale, Giglio, Rufini). All. Ortolani 6.5.

Arbitro: Molinaroli di Piacenza 5.5 (Angelini di Empoli, Rastelli di Ostia Lido) Rete: 38′ st Bolletta su rig.

Note. Al 14′ Felici (B) sbaglia un rigore; Ammoniti: Briganti (B), Rosignoli (B), Taifour (B), Bokoko (B), Sylla (B); Spettatori 400 circa; Recupero 1′ pt, 4′ st.

Il tecnico: “Abbiamo sbagliato ad abbassarci troppo nella ripresa, ma poi siamo venuti fuori” Ortolani loda i suoi ragazzi: “Bravi e fortunati”

CANNARA Può sorridere Gianpiero Ortolani, che si aggiudica il derby dello “Spoletini” e distanzia la zona playout, in un match controllato nel corso dei novanta minuti di gioco: “Abbiamo fatto una buona gara, la fortuna ci ha aiutato in alcuni episodi ma non ritengo ci siano stati grandi rischi per noi.” Continua poi l’analisi della gara: “Il primo tempo abbiamo avuto prevalenza di campo ed avremmo dovuto osare di più, abbiamo sbagliato ad abbassarci all’inizio della ripresa ma poi siamo venuti fuori e siamo stati premiati”. Resta, però, ancora molto da fare: “Prima della partita eravamo dietro al Cannara ed è stata una bella vittoria, ma la classifica ci impone di andare a cercare punti ovunque possibile, indipendentemente dal fattore derby”.

F.S.M.

L’allenatore dei locali: “Qualche dubbio sul rigore fischiato a Stramaccioni” Alessandria: “Hanno deciso gli episodi”

CANNARA C’è delusione per Alessandria che non riesce a portare a casa i tre punti alla riapertura dello Spoletini: “Entrambe le squadre hanno giocato una partita a viso aperto, alla fine sono stati gli episodi a premiare il Bastia, ma nel calcio sappiamo può accadere”. Un occhio particolare ai rigori, concessi e non: “Ci poteva essere un rigore per il fallo di Briganti su Bazzoffia, mentre è stata giusta la chiamata del direttore di gara sul contatto su Sylla. Ho invece qualche dubbio sul tocco di Stramaccioni sul rigore finale, perché il direttore di gara ha impiegato qualche secondo dopo le segnalazioni ospiti per indicare il dischetto”. C’è, comunque, molto da cui ripartire: “Abbiamo creato anche noi situazioni pericolose per gli avversari, specie su corner quando nel finale mi sembrava di aver visto la palla toccare la rete per due volte senza però battere il portiere; stavolta non è andata bene, la prossima dovremo essere abili a sfruttare di più gli episodi a nostro favore.”



 371 Visite totali,  1 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.