Intevista all’assessore Santoni Sui ritardi del Comune arrivano rassicurazioni «Lavori finiti entro il mese di maggio»

BASTIA UMBRA L’assessore ai Lavori pubblici nominato a luglio dal sindaco Paola Lungarotti è Stefano Santoni, primo degli eletti di Fratelli d’Italia e nel precedente quinquennio presidente del Consiglio comunale. Oggi rischia di apparire il responsabile del ritardo nell’apertura della scuola di XXV Aprile inaugurata una settimana dopo l’apertura dell’anno scolastico: «In verità i ritardi dei lavori erano noti da molti mesi – spiega Santoni – e dal mio insediamento ho fatto di tutto per accelerare». Poi, le infiltrazioni di acqua piovana… «Una responsabilità non nostra, che abbiamo risolto a spese della ditta, che entro l’anno chiuderà il cantiere. E’ importante che i lavori esterni vengano completati per consentire agli alunni di usare gli spazi all’aperto. Dal nuovo anno sarà funzionate anche il parcheggio sotterraneo liberando posti auto sulla via di ingresso della scuola». Altro cantiere incompleto è quello del palazzo comunale che doveva essere pronto a ottobre… «Abbiamo fatto il punto con la Ditta che ci ha garantito la consegna entro maggio. Controlleremo l’evolversi dei lavori». Quali le ragioni dei ritardi? «Forse scarsa puntualità della direzione dei lavori di cui è responsabile la ditta aggiudicataria». Quali opere sono ora in programma? «La più urgente è la palestra della scuola di XXV Aprile che sarà anche palazzetto sportivo polifunzionale. Recupereremo la tensostruttura, danneggiata anni fa dalla tromba d’aria, ampliandola per renderla funzionale. Sarò appaltata entro marzo, per una spesa di oltre un milione e 600mila euro, di cui un milione e 300mila stanziati dal Miur. Stiamo lavorando per acquisire l’area e realizzare la nuova sede del rione Moncioveta». m.s.

479 Visite totali, nessuna visita odierna

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.