Aree verdi Da oggi saranno buttati giù otto pini e tredici tigli dopo il sopralluogo effettuato da un esperto

BASTIA UMBRA Otto pini e tredici tigli,in totale 21 piante, ubicati in aree verdi e lungo i viali di Bastia Umbra e di Costano, verranno abbattuti a partire da oggi in quanto rappresentano un alto rischio di caduta e schianto.E’ quanto prescrive il servizio “Verde pubblico” del settore Lavori pubblici del Comune sulla base dei risultati delle verifiche effettuate su 240 alberi da parte
dell’agronomo specializzato, dottor Fabio Cionco. La decisione di procedere alle verifiche degli alberi è stata adottata dalla Giunta comunale lo scorso febbraio: i ventimila euro stanziati hanno consentito all’esperto di esaminare 240 alberature: quasi l’8% delle piante complessivamente valutate dovranno essere abbattute. “Abbiamo ritenuto necessario disporre la valutazione tecnica di un esperto-professionista -sottolinea l’assessore ai lavori pubblici Catia Degli Esposti – perché riteniamo l’intervento importante e strategico al fine di salvaguardare innanzitutto la pubblica incolumità; inoltre, per poter prestare la cura necessaria alla tutela del patrimonio arboreo del Comune”. La relazione tecnica, infatti, oltre all’urgenza degli abbattimenti, ha evidenziato
l’opportunità di prevedere interventi di conservazione delle alberature con un’attività di manutenzione.Gli abbattimenti sono previsti in variezone del territorio comunale,in prevalenza
nel capoluogo, ma anche nella frazione di Costano. Si tratta di alberature che dovranno essere sostituite con altrettanti alberi, secondo un piano che garantisca anche stabilità e sicurezza.

442 Visite totali, 3 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.