Sabato alle 15.30 incontro del M5s sulla ludopatia

BASTIA UMBRA Il problema della ludopatia nel comune di Bastia Umbra è particolarmente grave, con una spesa pro capite annua pari a 1.646 euro e 35,87 milioni di euro bruciati nel 2016, con un incremento delle giocate rispetto al 2015 del 13,8% e ben 6,3 apparecchi installati ogni mille abitanti. Un vero e proprio record che pone Bastia Umbra e il territorio ai vertici delle classifiche regionali. L’allarme è stato lanciato dal locale Movimento 5 Stelle, che sul tema del gioco d’azzardo, per sabato alle 15.30, ha organizzato, nella Sala della Consulta del comune di Bastia Umbra, l’incontro “L’azzardopatia non è un gioco”. Interverranno in veste di relatori l’onorevole, Francesco Silvestri, deputato alla camera del Movimento 5 stelle, promotore di un disegno di legge sul tema delle ludopatie, i consiglieri regionali Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari, oltre a varie associazioni attive su tali tematiche come la Anglad (comunità di San Patrignano) con varie testimonianze di esperienze dirette del fenomeno.

Ormai, spiegano i promotori, è diventato una vera e propria piaga che colpisce trasversalmente tutte le fasce sociali. Secondo gli ultimi dati, nel 2017 in Italia si sono spesi 101,8 miliardi di euro, con un totale di 17 milioni di giocatori (per, tra l’altro, slot machine, carte e scommesse sportive). Si tratta di un dato in netta crescita: nel 2016 i miliardi spesi erano 96, cinque in meno.

F.L.

264 Visite totali, 2 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.