COMUNICATO STAMPA

Il Comune di Bastia Umbra inserito nel progetto nazionale di Interoperabilità dei Piani Regolatori Degli Esposti e Migliorati (Lega): “Notizia positiva, questo costringerà l’amministrazione ad accelerare sulla digitalizzazione dei procedimenti  dell’urbanistica

BASTIA UMBRA – Il Comune di Bastia Umbra inserito nel progetto nazionale di Interoperabilità dei Piani Regolatori:  “Apprendiamo  con sorpresa  la notizia  – spiegano i consiglieri del Gruppo Lega Catia degli Esposti e Jessica Migliorati – e la valutiamo molto positivamente perché questo costringerà l’amministrazione ad accelerare sulla digitalizzazione dei procedimenti  di un settore importante come quello dell’urbanistica.

Tutto questo non può essere un vanto per l’assessore  Francesco Fratellini che da più di dieci anni alla guida dei due settori urbanistica ed edilizia, ha dimostrato di non voler puntare sull’efficientamento delle procedure  attraverso la digitalizzazione.

Il Comune di Bastia Umbra qualche tempo fa  fu anche richiamato dalla Regione per non avere tempestivamente  attivato la  digitalizzazione  delle  nuove procedure del  Suape .  E’ facile da capire – spiegano i consiglieri Lega – quanto gli iter autorizzativi, ma anche quelli consultivi, possano essere accelerati, semplificati  e facilitati dall’utilizzo dei nuovi strumenti digitali a favore dell’attività di tutti i professionisti del settore e anche dei singoli cittadini.

E’ da rimarcare anche la situazione del settore edilizia che negli ultimi anni ha visto una emorragia continua di personale mai prontamente affrontata, con grossi disagi per l’ufficio stesso e tutti gli operatori del settore. E qui parliamo degli strumenti attraverso i quali il settore urbanistico ed edilizia svolgono la loro attività.

E cosa dire dell’ennesima “barzelletta” raccontata dall’assessore Fratellini sull’adozione del nuovo Prg, strumento che disciplina l’assetto e lo sviluppo del territorio comunale  rispondendo alle esigenze  di una città sicuramente molto cambiata negli ultimi anni  che ha parlato di “ritardi nell’adozione anche dovuti dalla pandemia” ? E’ evidente da molto  tempo – concludono i consiglieri –  che il ritardo è voluto e causato dalla volontà di un assessore a cui piace molto gestire la pianificazione del territorio  attraverso varianti in cui gestire le singole situazioni, e che queste affermazioni cominciano a risultare offensive per  l’intera cittadinanza”.

Bastia Umbra,  14  gennaio  2021

 156 Visite totali,  1 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.