Bastia umbra Non il tradizionale Palio San Michele quest’anno, ma un’edizione speciale anteprima per un grande ritorno alla competizione tra i quattro Rioni. La prossima sarà la 60ª edizione e si preparano grandi iniziative. Intanto, però, sono state organizzate manifestazioni alternative che consentono di vivere alla grande il settembre bastiolo. Sabato allo Stadio comunale si sono tenuti i Giochi per bambini e nella serata è stata aperta la Taverna condivisa al Centro San Michele. Inevitabili le code di attesa per i pasti per evitare assembramenti. Nella Chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo si è tenuta domenica sera la tradizionale Cerimonia di Apertura con la Benedizione degli Stendardi e dei Mantelli. L’evento è stato trasmesso in streaming su www.terrenostre.info e www.paliodesanmichele.it . Nel corso della cerimonia sono stati festeggiati i Cinquanta anni di sacerdozio dell’ex Parroco don Francesco Fongo, alla guida della parrocchia per un trentennio (dal 1979 – quando sostituì don Luigi Toppetti – fino al 2009). Una manifestazione commovente alla presenza del sindaco Paola Lungarotti che ha consegnato a don Francesco un ricordo (nella foto). Stasera la rievocazione della storica Lizza sul percorso originale: da piazza Mazzini lungo la vecchia circonvallazione. Domani le celebrazioni religiose del Patrono San Michele. «In questi momenti difficili – sottolinea Federica Moretti, presidente Ente Palio – abbiamo capito l’importanza delle tradizioni e la gioia nel mantenerle vive. Quindi, abbiamo deciso di tornare agli albori della Lizza. La corsa a staffetta, quest’anno non competitiva, abbraccerà tre generazioni guardando con fiducia al futuro». M.S.

 400 Visite totali,  1 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.