Giulietti: «Una grande storia si basa sul capitale umano». Alle celebrazioni al Lyrick ospiti come De Molli, Pontremoli, Cucinelli e Venturi

ASSISI Sessant’anni di successi e di sfide per una storia aziendale che è anche una storia di famiglia e di comunità. Pienone al Lyrick di Assisi per festeggiare il grande traguardo della ISA Spa di Bastia Umbra. Tanti gli ospiti, dai dipendenti ai clienti, passando per importatori e distributori provenienti da tutto il mondo, ma anche rappresentanti delle istituzioni. «Qualsiasi futuro si costruisce partendo dalle fondamenta di ciò che è stato», ha detto il cavalier Carlo Giulietti, presidente di ISA, ricordando le origini del 1963 con Francesco Rossi in un negozio da 65 metri quadrati e due dipendenti. Ora l’azienda, specializzata nella refrigerazione professionale e nell’arredamento di locali pubblici, di dipendenti nel conta 700 e i nuovi spazi sono oltre i 65mila metri quadrati con i prodotti presenti in 115 nazioni per 130 milioni di fatturato.La celebrazioni hanno visto una serie di relatori di livello, che hanno raccontato storie di successo. I contributi sono stati di Valerio De Molli, managing partner e amministratore delegato The European House – Ambrosetti, Niko Romito, chef tre stelle Michelin, Mauro Ferrari, presidente e amministratore delegato BrYet Pharmaceuticals, Stefano Venturi, presidente del Centro di innovazione digitale Cefriel, Andrea Pontremoli, amministratore delegato Dallara Automobili e Brunello Cucinelli, presidente esecutivo Brunello Cucinelli. Passato, presente e futuro si sono intrecciati negli interventi di Carlo Giulietti, presidente di Isa, che ha aperto la convention, e di Marco Giulietti, amministratore delegato che, insieme al fratello Mirco Giulietti, responsabile dell’attività di ricerca e sviluppo, rappresenta la terza generazione alla guida dell’azienda. «Capire le tendenze e le evoluzioni della società e del mercato e cercare di anticiparle – ha spiegato Giulietti – è stato il filo conduttore che ci ha guidato durante tutta la nostra crescita: cercavamo di dare risposte prima che il cliente ci ponesse le domande». La storia di ISA, come si diceva, è costellata di successi: già dagli anni ’70 si misura con il mercato mondiale. Ai primi anni ’80 la Isa è fornitore ufficiale ai Giochi olimpici di Mosca del 1980. Ma lo spirito di Isa è quello di farsi precursore dei tempi, così applica il design al mondo dei beni strumentali avviando, per prima, una collaborazione con Giugiaro Design.Tra i successi di ISA anche Ecology Project, un progetto di sostenibilità ambientale ecocompatibile. Una grande storia che si basa anche sul capitale umano: «Lavoriamo con grande attenzione alla crescita delle persone anche attraverso una Academy interna. Siamo convinti che le aziende crescono solo se insieme a loro anche le persone crescono – dice Marco Giulietti -–.Sul fronte ambientale, da 15 anni ISA realizza espositori con refrigeranti naturali, negli ultimi tempi abbiamo accelerato questo processo e ad oggi tutta la gamma ISA è al cento per cento naturale». «Sessant’anni non sono un traguardo – ha detto Carlo Giulietti – ma siamo orgogliosi della strada che abbiamo percorso. Abbiamo portato il grande cuore umbro in giro per il mondo». Alessandro Orfei

 114 Visite totali

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.