Eccellenza Bartolucci scherza coi suoi
BASTIA UMBRA – Il Bastia? Una squadra che ha saputo cambiare pelle e mentalità, ritrovando in corsa l’entusiasmo giusto per dare qualità alla sua stagione. In queste poche righe c’è racchiusa la straordinaria escalation effettuata dai ragazzi di Zoran Luzi in questo 2010. Il Bastia, infatti, aveva chiuso il2009 con la pesante sconfitta interna con il Nocera che aveva fatto precipitare la squadra, in quel periodo anche contestata, ai margini dell’Inferno dei play out. Adesso, dopo una lunga e entusiasmante risalita, il gruppo è approdato meritatamente nel Paradiso dei play off, traguardo conquistato in appena 14 gare, grazie ad un’andatura che farebbe invidia anche a quel diavoletto di Fernando Alonso alla guida della Ferrari. In questo periodo ristretto, Mancini e compagni hanno vinto per nove volte(cinque in trasferta), pareggiato tre gare contro Todi, Trestina e Narnese, perdendone due a Torgiano e Casa del Diavolo. Domenica, nel dopo gara con la Nestor, Luzi era raggiante per l’impresa compiuta dai suoi giocatori. Nonostante tutto, non si è attribuito nessun merito per questo risultato, distribuendo in parti uguali i meriti alla squadra e alla società che, con una piazza in fermento per i mancati risultati, dimostrò di avere nervi saldissimi.”Sì, adesso lo posso dire – conferma Paolo Bartolucci -, abbiamo trascorso il periodo fra Natale e Capodanno a riflettere e discutere sulle decisioni eventualmente da prendere per il bene del Bastia. Siamo stati bravi e fortunati, il resto lo hanno fatto molto bene lo staff tecnico e tutti i ragazzi”. E’ un presidente soddisfatto Bartolucci per il felice esito stagionale da lui stesso definito come “un piacevole imprevisto”. Da ieri la squadra è tornata ad allenarsi in un clima di coinvolgente entusiasmo come se disputare i play off fosse una novità. Che invece non è. Il Bastia, infatti, nel corso degli ultimi sette campionati per ben cinque ha raggiunto questo prestigioso traguardo. Con Riccardo Rosignoli nel 2004, con Massimo Mencarelli nel 2005, con Claudio Tobia nel 2007,con Massimo Cocciari nel 2009 e oggi con Zoran Luzi, vincendo la fase regionale in due occasioni nel 2004, battendo il Città di Castello, e la scorsa stagione avendo la meglio sul Todi. Ripetersi anche quest’anno sarà difficilissimo, visto i valori tecnici dell’avversario Trestina che ha distanziato i bastioli in graduatoria di ben 20 punti.
Leonello Carloni

Pdf: Corriere-2010-04-21-pag08S

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.