L’ASSESSORE  Rossella Aristei: «Scuola media ed elementare saranno dislocate» 

Bastia – LE RISPOSTE che contano con nuovi consistenti investimenti pubblici non potranno arrivare prima del 2011, anno in cui l’amministrazione del sindaco Stefano Ansideri avrà a disposizione le risorse finanziarie per intervenire sulle priorità. La scuola, o meglio l’edilizia scolastica, è uno dei settori di intervento rapido con la nuova scuola primaria di XXV Aprile, che verrebbe a colmare un vuoto di oltre 20 anni, ma anche la creazione di quel polo scolastico nell’ambito del piano di recupero dell’ex Giontella che è stato oggetto di serrati confronti tra i partiti e con la pubblica opinione. L’ipotesi di lavoro è quella di alienare i vecchi edifici della scuola media in viale Umbria e dell’elementare don Bosco in viale Roma per sostituirli con una struttura moderna e funzionale, dove troverebbero spazio entrambe le strutture formative. L’ex Giontella appare come la soluzione per un polo scolastico, in cui siano presenti le scuole dell’obbligo (dall’elementare alla media), ed anche le superiori oggi alloggiate nell’ex ospizio con l’istituto Marco Polo, scuola professionale per il commercio con corsi triennali e quinquennali. «Abbiamo le idee piuttosto chiare sugli obiettivi da centrare — rileva il vice sindaco e assessore all’istruzione Rosella Aristei (foto) —. I due interventi, a XXV Aprile e nell’ex Giontella, dovranno essere simultanei e portati avanti a stralci, considerata l’entità notevole degli investimenti. Il piano su cui stiamo lavorando prevede la dislocazione della media insieme all’elementare a XXV Aprile, secondo criteri di massima razionalità evitando ulteriori parcellizzazioni».

 Nazione-2010-04-07-Pag14

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.