CONTROLLI a tappeto dei carabinieri nel territorio, in particolare a Bastia dove negli ultimi tempi sono state segnalate presenze sospette. La maggiore presenza dei militari dell’Arma, soprattutto nelle ore notturne, ha portato all’arresto di due albanesi nel giro di poche ore nel centro urbano della città. In manette sono finiti un giovane latitante ricercato per gravi reati commessi in Calabria e uno spacciatore. Il Radiomobile della Compagnia di Assisi ha intercettato in via S. Rocco un albanese O.Y. 26enne, che era fermo in auto a bordo di una Ford Escort.
DAI SUCCESSIVI accertamenti è risultato che il giovane è destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Catanzaro per favoreggiamento e sfruttamento prostituzione oltre a favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.
L’uomo era ricercato in tutta Italia dal dicembre dello scorso anno ed era sfuggito ad una operazione che aveva portato all’arresto di 42 persone per i reati sopra menzionati. Lo straniero, dichiarato latitante con decreto emesso dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, secondo le indagini svolte dai Carabinieri di Cosenza, reclutava connazionali al fine di favorirne e sfruttarne la prostituzione.
NEL CORSO dello stesso servizio straordinario di controllo i carabinieri della Stazione di Bastia hanno arrestato l’altro albanese, G.E. di 29 anni, trovato in possesso di 10 grammi di cocaina già divisa in dosi e pronta per essere venduta.
L’arresto è stato effettuato dopo un servizio di pedinamento durato diverse ore e conclusosi dopo un breve inseguimento per le vie del centro urbano.
L’uomo è stato associato alla casa circondariale di Capanne. Questi sono i primi importanti risultati dei controlli del territorio destinati ad andare avanti anche nelle prossime settimane, a ridosso delle festività natalizie.
Massimo Stangoni

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.