Bastia Prevista la riqualificazione totale dell’area di 6mila metri quadri

BASTIA – Il consiglio comunale di Bastia ha approvato diversi piani attuativi in materia edilizia, compresa la ristrutturazione dell’ex panificio Ricciarelli, pratica che era stata rinviata per approfondimenti.
“E’ una questione annosa che si trascina da oltre tre anni –ha rilevato l’assessore all’Assetto del territorio Luca Livieri -. La risposta che abbiamo dato rispetta i diritti acquisiti stabiliti dalla normativa regionale vigente in materia di ristrutturazioni edilizie. Ci siamo, inoltre, preoccupati che il piano edilizio, pur di modeste dimensioni volumetriche, sia una risposta efficace alla funzionalità non solo di questo lotto, ma anche dell’area circostante interamente edificata e nel cuore del centro urbano. Per questo abbiamo scelto di rinunciare ad una piccola parte di verde, a pochi metri dai giardini di viale Marconi che possono ampiamente soddisfare le esigenze dei residenti e, quindi, abbiamo optato per la realizzazione di nuovi parcheggi comodi e funzionali, che aumenteranno la disponibilità di posti auto d’uso pubblico”.
In apertura dei lavori il gruppo consiliare Pd ha presentato un ordine del giorno che ipotizzava la rinuncia alla monetizzazione del verde pubblico; proposta che è stata respinta con i voti della maggioranza del Consiglio. L’assessore Livieri ha illustrato il piano sottolineando che il rinvio del 12 novembre ha consentito alla commissione consiliare di approfondire vari aspetti consentendo di arrivare ad una soluzione soddisfacente. Si tratta di un immobile destinato a residenza e servizi di 5.983 mc di volumetria, rispetto ai 6.300 mc dell’edificato esistente. “Ci siamo posti il problema che il nuovo intervento non rappresentasse un impatto negativo nel contesto urbano. I pochi metri di verde avrebbero rappresentato una risposta del tutto irrilevante alla fruibilità pubblica. Pertanto,– ha sottolineato Livieri –abbiamo deciso di monetizzare il verde, operazione che ci consente di mettere a disposizione dei residenti 43 posti auto pubblici, di cui 26 in superficie e 17 nel seminterrato. Il criterio che ci ha guidato nella valutazione e nelle scelte è stata l’autosostenibilità urbanistica dell’area in questione”.
Il piano di ristrutturazione è stato approvato a maggioranza con i voti dei consiglieri del centrodestra, contrari i rappresentanti del centrosinistra.
E’ stato approvato, invece, all’unanimità il progetto per la realizzazione del nuovo impianto produttivo in località Ospedalicchio delle Industrie Meccaniche Franchi, che consentirà la delocalizzazione del vecchio opificio sito a ridosso del centro storico della città.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.