La protesta
BASTIA UMBRA “Se si vuole razionalizzare, lo si faccia evitando gli sperperi”: dopo l’occupazione della Regione per salvare il punto nascita, il vice sindaco bastiolo Rosella Aristei replica al segretario del Pd locale Vannio Brozzi, reo di aver proposto la mutazione dell’ospedale a favore degli over 65. “E’ meglio razionalizzare -sostiene la Aristei – tenendo conto dei meriti degli operatori e dei bisogni dei cittadini, tagliando i primari e i megadirigenti in eccesso: questo vogliono i cittadini, accanto a trasparenza, informazione, scelte etiche per il bene comune e non per la casta”. Ad Assisi, intanto, il sindaco Ricci tesse le lodi del Prc. “Apprezzo molto Rifondazione – scrive – in quanto, anche se con opinioni diverse, ha sottolineato che gli ospedali non sono un’azienda e devono fornire servizi anche includendo l’umanizzazione della cura”. Nel frattempo, i consiglieri comunali Luigi Marini e Claudia Maria Travicelli (nella foto)hanno annunciato che sabato, a partire dalle 11 in piazza del Comune, riprenderà la raccolta delle firme a sostegno della tutela del punto nascita. Alle 17, invece, è in programma un corteo di protesta in direzione dell’ospedale.“E’ stato deciso di omaggiare in questo modo la Festa della Repubblica – spiegano i consiglieri Marini e Travicelli -ripercorrendo a piedi tutti i luoghi più significativi di Assisi, che sono quelli che hanno visto nascere Francesco e Chiara bambini. Continueremo a ribadire la volontà ferma e decisa di tutelare l’ospedale e invitiamo a farlo con noi tutti i cittadini del comprensorio assisano, oltre che gli operatori e le associazioni socio-sanitarie e di volontariato,le associazioni di categoria, i sindacati,le pro loco, le comunità religiose, le istituzioni e le forze politiche di qualsiasi pensiero”.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (4)

comments (4)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.