Coppa Italia I biancazzurri vincono 4-2 dopo lo 0-0 alla fine dei tempi regolamentari. Espulsi Bigi e Sorrentino
DERUTA – Ci sono voluti i calci di rigore per decretare la vincente nel derby di Coppa Italia giocato tra Deruta e Bastia. Alla fine gli undici metri premiano i ragazzi di Davio Mattoni, che accedono così al secondo turno in programma mercoledì 26 settembre.
Tra i padroni di casa ha impressionato positivamente Bernicchi, così come il sacrifico e la qualità della coppia formata in avanti da Porricelli e Bevilacqua. Stante le assenze di Rocchi, Galli e Luchini, Scarfone può rallegrarsi per la sapienza di Oresti in mediana, abbi-nata da un Urbanelli che in avanti ha mostrato una strapotenza fisica. Da rivedere qualche meccanismo in difesa, dove la doppia espulsione della coppia centrale fa scattare qualche campanello.
Venendo alla gara, il primo tempo è molto equilibrato. Il Bastia prova più la manovra e libera una volta Battistelli nei pressi di Mazzoli, con il portiere bravo a chiudere lo specchio. Il Deruta risponde più con giocate individuali. Proprio in chiusura, la migliora occasione per sbloccare l’equilibrio la crea il Bastia. Colosimo prima azzecca il tempo dell’inserimento,poi però perde il tempo della battuta. Mazzoni chiude, ma il giovane classe 1993 ha una nuova chance. Recupera bene Radi e sventa la minaccia. La ripresa inizia senza sostituzioni tra le due compagini e con i padroni di casa subito in avanti.
Dalla bandierina il Deruta crea un pericolo con Radi che, lasciato colpevolmente solo, ha la palla buona per colpire, mail suo sinistro da posizione defilata termina sull’esterno della rete. Al 6′ però è il Bastia che torna a farsi pericoloso. Oresti lancia bene in profondità Invernizzi, che sfugge all’off side e si presenta a tu per tu con Mazzoni, ancora una volta bravo ad uscire alla disperata e chiudere lo specchio.Al 18′ Bastia in dieci per l’espulsioni di Bigi. L’ex proprio del Deruta abbatte Tardetti una decina di metri fuori dall’area di rigore. Secondo giallo per lui e doccia anticipata.
Da calcio piazzato, prova Pilleri, ma una deviazione in barriera favorisce l’azione di ripartenza degli ospiti. Resta addirittura in nove la squadra di Scarfone, visto che anche Sorrentino rimedia la seconda ammonizione. Fuori Invernizzi e dentro Arcioni, ma rischia la formazione ospite quando un’altra uscita incerta di Biscarini favorisce Radi, che con il destro però non centra i pali avversari. La lotteria dei rigori premia i padroni di casa che non falliscono un colpo.
di SIMONE MAZZUOLI

Deruta 4 d.c.r. – Bastia 2 d.c.r.
DERUTA (4-4-1-1): Manzzni 6.5; D’Avino 5.5, Radi 6.5, Fedeli 6 (16’st Tinca 6), Pilleri 6; Tardetti 6 (43’st Chinea sv), Bernicchi 6.5, Agostini 6, Vazzana 5.5 (16’st Ventanni 6); Bevilacqua 6.5; Porricelli 6.5. A disp.:Laloni, Antonelli, Veschini, Pietrosanti. All.: Mattoni 6.5
BASTIA (4-3-3): Biscarini 5.5;Ciccioli 6, Sorrentino 5, Bigi 5, Mariani 6; Colosimo 6 (20’st Milletti sr), Marchetti 6, Oresti 6.5;Urbanelli 7, Invernizzi 5.5 (33’st Arcioni sr), Battistelli 6. A disp.: Canschi, Scaringi, Fabris, Negrini, Caiazzo. All: Scarfone 6.5
ARBITRO: Zingarelli di Siena 6.5
NOTE:Espulsi al 18’st Bigi (B) e al 31’st Sorrentino (B) per doppia ammonizione. Spettatori 250 circa. Ammoniti: Radi, Fedeli, Bevilacqua, Tinca (D);Oresti, Sorrentino, Bigi (B). Angoli: 5-3 per il Basta. Recupero: pt 2′; st 5′. Sequenza rigori: Deruta – Pilleri gol, Bevilacqua gol, Ventanni gol, Porricelli gol; Bastia – Oresti parato, Battistelli gol, Arcioni palo, Urbanelli gol.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.