BASTIA UMBRA L’ANNUNCIO DELL’ASL. DUE ANNI PER L’INTERVENTO  E’ ARRIVATA come un fulmine a ciel sereno la notizia che il famoso «Palazzo della salute» diventerà presto realtà. L’ha annunciato l’Asl n.2 che definisce l’operazione «un perfetto esempio di come differenti attori pubblici possono lavorare assieme per una soluzione condivisa nell’interesse dei cittadini». Il Palazzo nascerà grazie alla stipula di un contratto di compravendita con l’impresa edilizia ‘Bastianova’, che prevede l’acquisto di una porzione dell’ex tabacchificio Giontella. Entro due anni, la struttura di 3.570 metri quadrati sarà interamente ristrutturata per concentrarvi i servizi sanitari, facenti parte del centro salute e quelli del dipartimento della prevenzione.  L’OBIETTIVO è razionalizzare i servizi e semplificare la vita ai cittadini, non obbligandoli più a scomodi spostamenti nelle diverse sedi. Il progetto, spiega l’azienda sanitaria, è delineato dal protocollo d’intesa risalente all’anno 2008 e i soggetti coinvolti sono la Regione Umbria, che finanzia parzialmente l’operazione con 2 milioni di euro, l’Ausl e il Comune di Bastia. Non è il primo annuncio sulla realizzazione del Palazzo della salute, presentato per la prima volta vent’anni fa dall’amministrazione comunale di Bastia che lo riteneva un progetto strategico per accorpare e razionalizzare i servizi sanitari sul territorio. Oggi, che l’annuncio sembra avere termini di concretezza, non è dato sapere se l’operazione includerà anche i servizi sanitari di Santa Maria degli Angeli, evitando in tal modo inutili doppioni, e che fine farà l’ex clinica Pelliccioli, attuale Centro salute, destinata entro due anni a cessare la propria funzione.
m.s.

Nazione-2010-04-13-Pag12.pdf

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.